Maybach 38: settant’anni non passati invano

da , il

    Maybach 38: settant’anni non passati invano

    Si chiama Maybach 38 e dovremo vederla fra due anni circa, dopo averla ammirata al Salone di Detroit.

    La vettura, come ben si intuisce, è una cabrio accattivante che coniuga sportività con quella dote di classicità che la contraddistingue al meglio. Interessante anche la soluzione che contempla l?apertura e chiusura della capote elettricamente in soli 20 secondi.

    Particolare, anche in quest?auto, il propulsore adottato, un 12 cilindri biturbo da 500 cavalli di potenza per una 5 metri di lunghezza per un?auto che è un coacervo di tecnologia avanzata a tutto vantaggio del confort e della massima sicurezza di marcia.

    Gli elementi distintivi relativi al design avvicinano questa vettura al modello da cui trae ispirazione, ovvero un?auto anni Trenta, cui si è tratto anche spunto per il nome dell?attuale cabrio, appunto, 38 .

    Dunque una 4 posti tutta pregi? No, perché, a voler sottilizzare i difetti in quest?auto ci sono, il primo fra tutti, un bagagliaio inadeguato per 4 persone, il secondo, il prezzo, molto elevato, oltre 200.000 euro e anche per auto d?elite, è davvero troppo!