Salone di Parigi 2016

McLaren Sports Series: informazioni delle Coupé 540C, 570S e 570 GT [FOTO]

McLaren Sports Series: informazioni delle Coupé 540C, 570S e 570 GT [FOTO]
da in Auto 2016, Auto nuove, McLaren, Supercar
Ultimo aggiornamento: Martedì 12/04/2016 18:02

    McLaren 570S coupe (1)

    E’ la baby-McLaren e si è presentata con carrozzeria coupé al Salone di New York 2015. McLaren 570S ha rappresentato il primo tassello della gamma Sports Series, che ha accolto in un secondo momento anche una spider e una confortevole granturismo, creando una famiglia che dovrà scontrarsi con le supercar “abbordabili”, quelle da 150 mila Euro di prezzo, dove la partita si gioca tra Porsche 911, Audi R8, Ferrari California, Mercedes AMG GT S. Clienti per nulla facili, contro i quali a Woking hanno pensato bene di giocare la carta di un design ricreato in scala, fortemente ispirato alla 650S e bilanciato da misure più compatte.

    Lo stile

    Come può cambiare una Sports Series da una 650S, stante il medesimo schema tecnico? Il tema è meno banale di quanto non appaia, perché la condivisione di tanti componenti con la sorella maggiore, obbliga necessariamente i designer a muoversi su un solco già tracciato, relativamente allo stile.

    L’anteriore mette in mostra un cofano con due nervature accentuate, in senso longitudinale, che insieme ai passaruota muscolosi guidano l’aria lungo i 4 metri e 53 centimetri di lunghezza. Un frontale decisamente diverso se si osservano i gruppi ottici, a boomerang nella porzione superiore, ma con un tratto netto in basso; anche la zona inferiore del paraurti è stata modificata negli elementi aerodinamici, precisamente lo splitter e i due supporti in fibra di carbonio che creano i condotti di raffreddamento sotto ai fari. Giusto per la cronaca, il vano anteriore assicura 150 litri di spazio per i bagagli, appena qualche borsa, che fa sempre comodo.

    La fiancata propone prese d’aria dalla forma vagamente triangolare, movimentate nell’andamento, che prosegue fin dietro le ruote anteriori, da 19 pollici, gommate Pirelli P Zero Corsa nella misura 225/35 R19, contro le 285/35 R20 posteriori. Resistono le portiere con apertura a elitra, mentre diverso è il telaio in monoscocca di carbonio, per consentire un più agevole ingresso e uscita dall’auto, vista la vocazione da supercar che deve potersi impiegare anche nella quotidianità (a proposito, i consumi dichiarati sono di 9.2 litri/100 km, non male…). Interessante è anche la soluzione del montante con funzione aerodinamica, aperto, così da operare come un profilo alare e direzionare al meglio i flussi verso la coda.

    I gruppi ottici al retrotreno riprendono le forme e la grafiche viste sulla McLaren P1, seppur con un effetto meno esaltante, al pari della copertura motore con due sfoghi per il raffreddamento e un terzo inserito al di sopra del portatarga. Interessante il disegno del diffusore, con molteplici canali che si abbassano nell’estensione alle estremità, dove trovano spazio i due terminali di scarico del V8 biturbo.

    La tecnica

    Design a parte, se la McLaren 540C Coupé propone sotto al cofano un poderoso 3.8 di cilindrata da 540 cavalli, la “sorella maggiore” McLaren 570S coupé assieme alla 570GT Coupé hanno una tecnica di prim’ordine da poter vantare, imperniata sul motore V8 biturbo da 3.8 litri di derivazione 650S, seppur con un 30% dei componenti dedicati. Sviluppa 570 cavalli e 600 Nm di coppia massima, trasferiti al retrotreno da un cambio doppia frizione 7 marce, che permette di staccare uno 0-100 da 3″2, mentre la progressione fino ai 200 orari con partenza da fermo si chiude in 9″5. La velocità massima è non troppo distante da quella di una 650S, visti i 328 km/h di cui sono capaci la 570S e la 570 GT, così come interessante è anche il rapporto peso/potenza, pari a 434 cavalli per tonnellata. A dare un boost rispetto alla concorrenza diretta c’è un dato: 150 kg in meno di peso rispetto alla miglior concorrente, valore possibile grazie all’adozione di pannelli della carrozzeria in alluminio e alla vasca dell’abitacolo in carbonio, dal peso inferiore agli 80 kg.

    Sul versante sospensivo, lo schema prevede doppi bracci oscillanti sulle quattro ruote e ammortizzatori adattivi indipendenti, diversi dalla 650S e con l’elettronica a consentire tre diversi setup: Normal, Sport e Track. Altro punto a vantaggio della supercar McLaren nel confronto con la concorrenza, la presenza di serie di freni carboceramici.

    Interni

    Interni McLaren 570S coupe

    Salendo a bordo, si svela un ambiente particolarmente caldo e accogliente, come dev’essere per una prestazionale supercar che non può rinunciare al confort e alla multimedialità completa, racchiusa nella bella plancia sospesa al centro, un touchscreen 7 pollici a colori, dal quale gestire la radio DAB, connettere dispositivi via bluetooth e monitorare climatizzazione e navigazione. In alternativa ai rivestimenti in pelle ci saranno delle opzioni disponibili, a scelta pelle Nappa, Alcantara o fibra di carbonio, per sedili e plancia.

    McLaren 540C Coupé 540 cavalli 164.500 Euro

    McLaren 570S Coupé 570 cavalli 186.500 Euro

    McLaren 570GT Coupé 570 cavalli 200.500 Euro

    882

    Salone di Parigi 2016

    ARTICOLI CORRELATI