Mercato dell’auto: negli USA si ritorna all’auto grossa e potente

Mercato dell’auto: negli USA si ritorna all’auto grossa e potente

Ma il miracolo è durato poco, gli americani starebbero già dicendo basta alle 1

da in Mercato Auto, Mondo auto
Ultimo aggiornamento:

    Hummer limousina

    La crisi economica globale e relativa crisi dell’auto potrebbe volgere a termine, almeno così ci indicano gli esperti del settore, con tutti i risvolti sicuramente positivi che ne deriveranno e qualche altro sicuramente un po’ meno apprezzabile.

    I risvolti positivi, dicendo addio alla crisi, sono quelli rappresentati dal fatto che se l’economia torna a muoversi, la gente acquisisce fiducia e torna ad acquistare con la conseguenza che le aziende che producono beni e servizi possono ricominciare ad assumere o per lo meno evitano di licenziare i dipendenti ma, se torniamo al settore automotive e polarizziamo l’attenzione sul mercato USA, stupisce una sorta di controtendenza che è durata veramente poco. S’era infatti assistito nei primi due anni di crisi ad una tendenza forzata dei consumatori americani volta ad abbandonare i pesanti Suv e pick up da diverse tonnellate con motori superpotenti ed extralarge che succhiano carburanti come un grosso parassita e inquinano come una portaerei a favore di auto compatte, spesso di derivazione europea.

    Ma il miracolo è durato poco, gli americani starebbero già dicendo basta alle 1.600 cc. di cilindrata fino alle 2.0 litri proposte in sostituzione delle iurassiche vetture fino adesso proposte oltreoceano e vorrebbero tornare a quest’ultime, incuranti del costo del petrolio alle stelle.


    Lo dimostra un’indagine dalla quale emergerebbe che su 100 americani che si apprestano a cambiare l’auto almeno trenta desidera dal nuovo mezzo maggior potenza, così come 25 nuovi acquirenti su cento vogliono più spazio in auto, mentre Il 18% vorrebbe un’auto più sicura ed il 22% la vorrebbe più comoda. La sorpresa che conferma il dato secondo il quale gli americani già risultano nostalgici delle auto delle dimensioni di un tempo, lo dimostrerebbe un altro dato che indica come quasi 20 intervistati su cento vorrebbe tornare ai grossi Suv e pick up. Del resto che ciò si sta cominciando a palesare negli animi degli americani lo dimostra il dato secondo cui le vendite delle auto extralarge è aumentato nell’ultimo anno del 23%; l’apprensione è tanta, soprattutto per Fiat, che in America in qualche modo voleva cambiare il modo di intendere l’auto!

    394

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Mercato AutoMondo auto
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI