Microcar, le polemiche non si arrestano, richiami verbali alla Reva per la G-Wix

Microcar, le polemiche non si arrestano, richiami verbali alla Reva per la G-Wix
da in Crash test, Microcar, Mondo auto
Ultimo aggiornamento:

    Si riapre la polemica sulla sicurezza delle microcar, da più parti ritenute insicure e comunque, in fatto di protezione per i passeggeri, fuori da ogni controllo e lontano da quegli standard che regolano la sicurezza, attiva e passiva, delle automobili.

    I responsabili delle aziende produttrici di questi veicoli si difendono sostenendo che essendo questi mezzi classificati come quadricicli non sottostanno alle stesse regole della circolazione afferenti alle auto, ma di contro, non si nega la pericolosità di vetturette che sia pure annoverate ad altri criteri convivono a stretto contatto con le auto tradizionali e come queste, sono esposte a pericoli anche seri.

    Partendo da questo presupposto, il Dipartimento dei Trasporti inglese ha richiamato il costruttore indiano, Reva, riguardo la scarsa affidabilità, in fatto di sicurezza, del modello G-Wix che in quelle che sono paragonabili alle prove del Crash Test riservato alle auto, sarebbe uscito malconcio e dunque privo dei requisiti minimi volti all’incolumità degli occupanti di queste microvetture.

    La risposta del produttore indiano non s’è fatta attendere, motivando che la microcar elettrica G-Wix pesa meno di 400 chilogrammi, batterie a parte e raggiunge una velocità media intorno ai 30 orari e di fronte a questi dati non si può imporre a tali veicoli la stessa attenzione riservata alle automobili classificate come tali, tant’è che l’azienda fa sapere tramite il suo portavoce britannico, che fin’ora in Inghilterra non si lamentano incidenti degni di nota con queste vetture, a suffragio della tesi di chi pensa che, nonostante tutto, le microcar guidate con giudizio, non rappresentano un problema particolare per nessuno, occupanti compresi.

    Sarà, tuttavia si viene indotti a pensare che le motivazioni, di parte, dei produttori di questi veicoli lascino il tempo che trovano; perché se è vero che visto lo scarso peso delle microcar e le basse velocità, le varie G-Wix e similari, possono non rappresentare un serio pericolo per le auto, in caso di collisione, resta il fatto che, potendosi guidare ad un’età in cui la prudenza non è proprio la prima virtù che emerge nei ragazzi, gli stessi, stante le dotazioni di sicurezza delle microcar, sono i primi ad essere esposti ai pericoli della circolazione. Uno sguardo alla condotta di guida di tanti giovani su queste auto, basterebbe a confermare le preoccupazioni di coloro che si prendono la briga di sindacare sul pericolo che corrono tanti giovani nelle microcar e non crediamo si debba aspettare la tragedia a tutti i costi per intervenire su questo importante problema.

    423

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Crash testMicrocarMondo auto
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI