Motor Show 2008: Anteprima Martin Motors

Motor Show 2008: Anteprima Martin Motors

Diverse le proposte che Martin Motors ci mette a disposizione al Motor Show 2008, vetture di provenienza cinese caratterizzate da un'ottima dotazione di bordo, un certo confort e prezzi da vera auto low cost

da in Motor Show Bologna 2016
Ultimo aggiornamento:

    Chi, come noi, è stato al Motor Show 2008 ed in quella della passata edizione, non avrà potuto fare a meno del ruolo sempre più incisivo detenuto dalle auto cinesi e da qualche tempo in qua, dell’importanza che la Martin Motors sta assumendo nell’ambito delle importazioni, ma anche nella produzione di queste vetture e veicoli che stanno assurgendo ad un ruolo non più secondario come un tempo, ma sempre più incisivo.

    Quest’anno la Martin Motors ha portato alla rassegna emiliana un’anteprima italiana e quattro europee costruite lontano da noi ed importate e commercializzate da Martin Motors.

    La prima azienda che si è distinta in quest’opera è la Change che si è fatta apprezzare con la Coolcar un caratteristico minivan un po’ di forma a scatola che però ha fatto la sua brava figura. Coolcar monta un riuscito motore Suzuki di 1.400 cc. di cilindrata in grado di erogare 95 cavalli di potenza e, grazie all’alimentazione bi-fuel, benzina/gpl, risulta essere poco inquinante e dai bassi consumi visto che si riescono a percorrere con questo veicolo qualcosa come oltre 20 chilometri con 1 solo litro di carburante. Da segnalare che, a fronte di un motore di non elevata cilindrata, grazie ad una potenza più che discreta, la vettura viene omologata per il trasporto di 8 persone.

    Interessantissimi i prezzi, visto che si superano di poco i 14.000 euro, se si fa leva sugli ecoincentivi.


    Un’interessante vettura pur se non contraddistinta da linee del tutto stravolgenti è la Ideal importata direttamente dalla Martin Motors, una 5 posti pur avendo una lunghezza di poco più di tre metro e mezzo e che conta su un propulsore di appena 1 litro di cilindrata e 47 cavalli di potenza con una dotazione di bordo davvero ricca e completa, si pensi persino al navigatore satellitare di serie; anche la Ideal sfrutta la doppia alimentazione benzina/GPL. Il tutto per un incredibile prezzo di appena 8.400 euro.

    Così come sempre Martin Motors non ci ha privato negli stand allestiti al Motor Show 2008 del suo veicolo da lavoro, il Freedom Cab a 2 o 4 posti con un piano di carico abbastanza capiente e che sfrutta lo stesso motore dell’Ideal e puo’ essere alimentato anch’esso a benzina/GPL. Lo vedremo probabilmente su strada il prossimo anno ad un prezzo davvero concorrenziale, visto che parliamo di 11.000 fino massimo a poco più di 12.000 euro.

    Insomma, potremmo obiettare che le vetture cinesi sono prive di quella personalità intrinseca che contraddistingue i modelli occidentali, potremmo ancora obiettare sul fatto che spesso i modelli cinesi sono le copie di quegli esemplari già di successo o spesso vengono assemblate per concessione di marchi noti, quasi sempre europei, resta pero’ pur sempre il fatto che vista la cura applicata a questi veicoli, ci troviamo di fronte a mezzi veri e propri low cost e con questo la concorrenza dovrà fare prima o poi davvero i conti.

    Dalla quarta foto in poi queste sono tratte da: Omniauto

    535

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Motor Show Bologna 2016
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI