Reva: l’elettrica che usa gli Sms

Ma perché parliamo di SMS in auto, perché la particolare indiana REVA quando resta a secco di elettricità col rischio certo di rimanere appiedati, possiede una caratteristica importante che è quella di accedere in automatico ad una centrale operativa tramite SMS che mette in comunicazione l’utilizzatore con un operatore

da , il

    City Car Reva

    Anche le auto come i cellulari, ovvero che detengono una funzione in comune, quella di potere inviare gli ormai indispensabili e arcinoti SMS.

    Cosa c?azzeccheranno gli SMS con le auto e non con i cellulari coi quali sono nati ce lo svela l?indiana Reva, una Casa automobilistica molto particolare asiatica che ha previsto una city car davvero evoluta ed originale al contempo.

    Perché il punto è proprio questo, a stupire infatti non è più il fatto di sapere che l?auto si sta impossessando con forza della propulsione elettrica, fatto già stupefacente di per sé se paragonata ad un decennio fa, periodo in cui di elettrici c?erano solo gli elettrodomestici, ma ad impressionare è il fatto che l?auto elettrica si evolve eccome, come avviene appunto con la Reva, una quattro posti realizzata per un utilizzo prettamente cittadino, ma a disposizione della clientela sarà anche una due posti che si presta ad un utilizzo sicuramente più sportivo.

    Ma perché parliamo di SMS in auto, perché la particolare indiana REVA quando resta a secco di elettricità col rischio certo di rimanere appiedati, possiede una caratteristica importante che è quella di accedere in automatico ad una centrale operativa tramite SMS che mette in comunicazione l?utilizzatore con un operatore che, con un sistema telematico, sblocca la carica di riserva detenuta dalla vetturetta per poter raggiungere in tutta tranquillità la prima colonnina di ricarica più vicina.

    Più progresso di così!