Salone di Parigi 2016

Share’NGo, il car sharing elettrico a Milano: costi e promozioni

Share’NGo, il car sharing elettrico a Milano: costi e promozioni
da in Car Sharing
Ultimo aggiornamento: Venerdì 13/11/2015 15:32

    1432036575_SHARE NGO BASSA 600x400 02

    A Milano parte un progetto di car sharing elettrico che prevede l’utilizzo di auto definite “equomobili”, elettriche, che non avranno la necessità di essere rimesse in carca dal’utente. Vediamo di cosa si tratta. Share’N'Go offre a oggi 300 auto a disposizione degli iscritti al servizio, che potranno tranquillamente essere prenotate via app o via web. Le auto sono a trazione elettrica, biposto, ed offrono comfort come sensori di parcheggio, navigatore ed aria condizionata, oltre ad una velocità massima di 80km/h e un bagagliaio da 300 litri. Dov’è, però, la novità? I fruitori del servizio non dovranno preoccuparsi di rimettere l’auto in carica, ma potranno lasciarla ovunque in città: quando la carica residua sarà inferiore al 20% l’auto diventerà non prenotabile e un addetto provvederà a sostituirla con una vettura carica, sfruttando l’autonomia residua per portare la prima allo stallo e ricaricarla.

    A cinque mesi dal lancio del servizio, gli ideatori di Share’NGo introducono una nuova tariffa promozionale, particolarmente conveniente se raffrontata con le alternative offerte dalla concorrenza: 6 euro per un’ora di utilizzo, equivalenti a 10 centesimi al minuto. Sarà sufficiente acquistare il carnet da 100, 250 o 500 minuti sul sito di Share’NGo e saranno “spendibili” entro 90 giorni. I numeri del car sharing elettrico lanciato a Milano sono confortanti, avendo raggiunto 7.500 iscritti con ben 10 mila noleggi registrati a ottobre. L’offerta dei pacchetti da 6 euro l’ora sarà disponibile, in via sperimentale, fino al 31 dicembre prossimo ed è una quota ritenuta fortemente competitiva e incentivante l’utilizzo dell’auto condivisa, se rapportata con i costi medi di tenuta e mantenimento di una piccola citycar di proprietà. Entro fine anno, inoltre, il parco veicoli salirà a 500 unità e a Firenze si arriverà a 200 mezzi.

    Le tariffe, tradizionali, invece, partono da una base di 14 fino ad un tetto di 28 centesimi al minuto. Le tariffe più agevolate saranno riservate ai principali fruitori di questo servizio, secondo target di mercato, come le mamme, gli studenti fuori sede e tutti coloro che abitano lontano da una stazione della metropolitana. Infine, una particolarità: le donne potranno sfruttare gratuitamente il servizio dall’1 alle 6 di notte.

    404

    Salone di Parigi 2016

    ARTICOLI CORRELATI