Citroen C5 Aircross 71° N Limited Edition: operazione White Cruise completata

La White Cruise da Milano a Capo Nord è stata portata a termine dalla Citroen C5 Aircross di pre-serie, nell'allestimento 71° N Limited Edition

da , il

    Citroen C5 Aircross 71° N Limited Edition: operazione White Cruise completata

    Citroen ha voluto sottolineare il carattere confortevole ma allo stesso tempo esploratore della sua nuova Citroen C5 Aircross con un viaggio all’insegna dell’avventura. Così uno dei modelli di pre-serie, una Citroen C5 Aircross 71° N Limited Edition, ha percorso quasi 4.000 chilometri per raggiungere quello che è notoriamente conosciuto come il punto più a nord dell’Europa: Capo Nord.

    Oggettivamente non una sfida semplice quella a cui è stata sottoposto la nuova Citroen C5 Aircross, quella di partire dalla più mite Milano e di raggiungere i ghiacci nordici di Capo Nord, conosciuto come punto più a nord dell’Europa e meta di turisti ed appassionati che spesso raggiungono proprio questo traguardo motorizzati in vario modo. La sfida che ha visto protagonisti Max Gionco e la sua compagna Chiara ha voluto portare all’attenzione di tutti quella che deve essere una caratteristica fondamentale per questo tipo di auto, il confort. Sono riusciti a percorrere i 3.959 km di viaggio senza grossi problemi, affrontando le più svariate condizioni meteo, stradali ma soprattutto ambientali, con la temperatura ed il clima che si irrigidivano tanto più quanto più la meta era vicina.

    Non due sprovveduti ma due amatori e viaggiatori incalliti Max e Chiara, che con la Citroen C4 Cactus completarono anche l’avventura da Milano a Pechino, ma in questa occasione le tappe sono state ben altre. Oslo, le isole Lofoten, l’Atlantic Road sono stati solo alcuni degli scenari che hanno accompagnato i due nel loro cammino verso Capo Nord, a bordo dell’edizione speciale Citroen C5 Aircross 71° N Limited Edition disponibile solo in questa fase di pre-lancio ed ordinabile esclusivamente online. A bordo i sedili Advanced Comfort, i 23 centimetri di altezza da terra, le ruote chiodate per l’occasione hanno aiutato Max e Chiara nel loro viaggio, garantendo non solo l’inarestabilità a fronte delle varie tipologie di terreno incontrate, ma anche un elevato standard di sicurezza grazie ai controlli elettronici presenti a bordo.