La Germania autorizza la circolazione delle auto a guida autonoma

È il primo paese al mondo ad aprire le strade alla circolazione delle auto a guida autonoma livello 4, ma soltanto a specifiche condizioni

automobile

Foto Unsplash | Samuele Errico Piccarini

La Germania sarà il primo paese al mondo a portare su strada le auto con guida autonoma. Il Bundestag ha approvato una proposta di legge che autorizza la circolazione di questi veicoli, probabilmente a partire dal 2022, ma a determinate condizioni. Il permesso riguarda tutte le vetture dotate di un sistema di guida autonoma di Livello 4, in cui il computer controlla il veicolo, ma soltanto in precise condizioni, come il percorso da affrontare.

Auto a guida autonoma in strada dal 2022

A partire dal 2022, tali vetture potranno circolare sulle strade, ma solo su specifici percorsi dedicati, che saranno individuati successivamente. Questo significa che si potranno vedere veicoli automatizzati per la consegna delle merci o per il trasporto delle persone come i bus navetta. Un passo importante verso un futuro dove si potrà viaggiare senza conducente, sia per lunghe tratte, sia per i tragitti quotidiani casa-lavoro.

La Germania è il primo paese a permettere la circolazione

Attualmente, sono necessari permessi speciali, per circolare con questi mezzi, ma presto non serviranno più. La Germania punta in questo modo a recuperare il ritardo nel settore della guida autonoma, affermandosi come il primo paese al mondo a permettere la circolazione di tali veicoli, incoraggiando lo sviluppo di una tecnologia innovativa, ma anche complessa e costosa.

Un’opportunità per il settore tedesco dell’automotive

Il ministro tedesco dei trasporti Andreas Scheuer ha elogiato l’approvazione del disegno di legge, sollecitando la sua attuazione il prima possibile. Anche l’industria automobilistica tedesca ha accolto con favore questo passo, considerandola una buona opportunità per diventare leader di mercato globale. Non ci resta che attendere per scoprire quali conseguenze avrà questa decisione in termini di progetti e iniziative, non solo in Germania, ma anche nel resto del mondo.

Parole di Linda Pedraglio

Mi chiamo Linda Pedraglio. Sono nata e cresciuta in un piccolo paese vicino al lago di Como, ma, fra studio e lavoro, ho avuto modo di vivere città diverse: l’Erasmus a Helsinki, gli anni dell’università a Milano, il corso di giornalismo a Firenze. Sogno una piccola casa sul lago, piena di libri, che sono il mio affaccio sul mondo, e un orto di pomodori e peperoncini. Attualmente, collaboro con Alanews nella produzione di contenuti per il network Deva Connection, dove mi occupo di donne, salute e benessere, con qualche incursione nel percorso di emancipazione femminile.