La prima auto elettrica di Xiaomi si chiama SC-01 ed è una roadster

Pesa solo 1.300 kg e sarà in grado di percorrere fino a 500 Km con ben 430 CV di potenza

Xiaomi SC-01 (1)

Xiaomi mette un piede nel panorama automotive con la presentazione della SC-01, acronimo di “Sport Car”, ed è la prima di una serie di sportive elettriche a basso costo prodotte tramite la controllata Tianjin Gongjiangpai Auto Technology. La Xiaomi SC-01, secondo la startup cinese, arriverà nel 2023 con alcune specifiche davvero impressionanti. L’auto misura 4.085 mm di lunghezza, 1.820 mm di larghezza e 1.162 mm di altezza, il che la rende all’incirca delle stesse dimensioni dell’Audi TT.

Ma la cosa più impressionante è che pesa solo 1.300 kg, il che è significativamente inferiore alla maggior parte dei veicoli elettrici. Anche la Tesla Model 3 pesa tra 1.612 e 1.831 kg, mentre l’Audi TT pesa fino a 1.540 kg.

Xiaomi SC-01, le principali caratteristiche

Xiaomi SC-01 (3)

La Xiaomi SC-01 alimenta tutte e quattro le ruote grazie a due motori elettrici montati nella parte anteriore e posteriore, che insieme erogano una potenza di 430 CV (320 kW). Grazie a quel peso ridotto e all’elevata potenza, l’SC-01 sarà in grado di raggiungere lo 0-100 km/h in soli 3,9 secondi. La società afferma che SC-01 EV sarà in grado di percorrere fino a 500 km per carica sul ciclo NEDC.

Sebbene le immagini degli interni non siano ancora state rilasciate, la società afferma che SC-01 avrà un interno “minimalista”. I componenti saranno realizzati in Cina e saranno facili da acquistare e sostituire. La produzione dovrebbe iniziare nel quarto trimestre del 2023 e i prezzi dovrebbero partire d soli 300.000 yuan, al cambio 40mila euro.

Ricordiamo che la Tianjin Gongjiangpai Auto Technology è stata fondata nel 2016 come startup di tuning auto da Feng Xiaotong, che gestisce il canale YouTube China Car Custom dal 2018. Xiaomi ha investito nel progetto decine di milioni di yuan e ha posto Liu Dezheng, suo co-fondatore, come direttore di Tianjin.

Parole di Riccardo Mantica

Nell’editoria online dal 2001 quando scrivere per il web era una chimera. Pubblicista dal 2005, blogger per caso nel 2010, ha vissuto l’avvento del web 2.0 e dei social network condividendone gioie e dolori. Le passioni coltivate negli anni per sport, motori e tecnologia sfociano oggi anche nel panorama della mobilità sostenibile. Il motto preferito? Guardare sempre avanti senza dimenticare il passato. Stay tuned!