Multe stradali: ci pensa la sanatoria di Equitalia, ma occhio a Comuni, Province e Regioni

Multe stradali: ci pensa la sanatoria di Equitalia, ma occhio a Comuni, Province e Regioni

2 di 7

2 di 7

Non si pagano esclusivamente maggiorazioni e interessi

La rottamazione dei ruoli riguarderà esclusivamente gli interessi comprese le maggiorazioni del 10% che scattano ogni 6 mesi per i versamenti in ritardo. Tutte le altre somme resteranno dovute, comprese il rimborso delle spese per le procedure esecutive e di quelle di notifica della cartella di pagamento. Le cartelle esattoriali notificate da Equitalia ai contribuenti, per multe non pagate a comuni e province, a seguito di violazioni al codice della strada, potranno essere sanate una volta per tutte pagando solo l’importo previsto dalla violazione al codice della strada senza ulteriori interessi e sanzioni. Tutto però dipenderà dall’Ente in questione, se il Comune in questione decidesse di non aderire alla sanatoria di Equitalia, la multa andrebbe pagata per intero compresi gli interessi. Per scoprire se il vostro Ente di riferimento ha aderito o meno alla sanatoria, basterà collegarsi al sito istituzionale dell’ente creditore, ove quest’ultimo dovrà, entro 30 giorni dalla pubblicazione della nuova norma, pubblicare l’eventuale delibera di adesione alla procedura. La stessa delibera degli enti locali dovrà essere inviata all’agente della riscossione nei successivi trenta giorni. L’interessato dovrà inoltre verificherà che la sanzione in questione sia stata affidata ad Equitalia, e questo è l’unico metodo valido per aver diritto alla sanatoria.

2 di 7

Pagina iniziale

2 di 7

Parole di Tommaso Giacomelli

© 2005-2021 Deva Connection s.r.l - Tutti i diritti riservati.

Allaguida, supplemento alla testata giornalistica NanoPress.it registrata presso il Tribunale di Roma n° 2 del 16 gennaio 2020.