Uber Milano Taxi

Uber Milano, Taxi: il tribunale lo dichiara illegale

2 di 5

2 di 5

Innanzitutto, cosa sono Uber ed Uberpop? Sono entrambe delle applicazioni per smartphone: la prima permette di segnalare il bisogno di un trasferimento in auto, e quindi di prenotare un servizio di NCC (Noleggio Con Conducente), con il relativo recupero del cliente da parte dell’azienda con la conseguente offerta/fruizione del servizio, la seconda coinvolge i privati cittadini che mettono a disposizione la propria auto ed il proprio tempo in cambio di un compenso. Sotto il profilo economico non c’è un prezzo stabilito, da pagare in base alla distanza e/o al tempo impiegato per raggiungere la meta (praticamente come avviene con il tassametro), ma sono il cliente ed il conducente a mettersi d’accordo a priori sul prezzo. Del totale, pagato via app con carta di credito, il 20% spetta all’applicazione.

TAXI, SCIOPERO AUTO BIANCHE   FOTO 3

Fatte queste dovute premesse e date le necessarie spiegazioni, le domande e le contestazioni sollevate possono essere ben immaginabili: se un cittadino utilizza un’app per chiamare una società che gli offre un NCC, che fine fa il lavoro del tassista? Ed in più, se un privato cittadino offre un servizio dietro compenso non sta esercitando illegalmente la professione? Tutte domande legittime, e vediamo di dare una risposta.

2 di 5

Pagina iniziale

2 di 5

Parole di Claudio Anniciello

© 2005-2021 Deva Connection s.r.l - Tutti i diritti riservati.

Allaguida, supplemento alla testata giornalistica NanoPress.it registrata presso il Tribunale di Roma n° 2 del 16 gennaio 2020.