Aci: le richieste alla nuova classe governante l’Italia

Aci: le richieste alla nuova classe governante l’Italia

Aci: le richieste alla nuova classe governante l'Italia

da in Blocco traffico, Codice della strada, Mondo auto, Sicurezza Stradale
Ultimo aggiornamento:

    Siamo ad un passo dalle elezioni politiche italiane e, nel silenzio tombale che tutti i partiti hanno dedicato al mondo dell’auto, scende in campo l’ACI con le sue richieste da fare alla prossima classe dirigente che andrà in carica, chiunque sia a governare.

    Le richieste dell’Aci sono volte alla realizzazione di un nuovo Codice della Strada che miri all’attenzione verso la sicurezza stradale, così come alla stipula di leggi che privileggino il trasporto sempre meno inquinante, questo ed altro viene racchiuso nel Manifesto ACI 2008 distribuito presso tutte le delegazioni dell’ Automobile Club Italiano.

    “Con questa iniziativa – ha dichiarato Presidente dell’Associazione Enrico Gelpi – consapevoli di rappresentare oltre un milione di famiglie che ogni anno ci rinnovano la loro fiducia associandosi liberamente all’ACI, chiediamo ai candidati Premier di inserire nell’agenda dei primi 100 giorni del loro governo iniziative concrete per risolvere i problemi che continuano a pesare fortemente sulla vita dei cittadini automobilisti. Gli utenti della mobilità non vogliono più nuove promesse. Da chi guiderà il Paese si aspettano provvedimenti di svolta.

    In tale ottica, l’Aci mette a disposizione alcune proposte in grado di trasmettere un forte segnale di discontinuità con il passato”.

    Secondo le richieste dell’ACI il nuovo Codice dovrà contenere non più di 50 articoli e dovrà contenere tutte quelle norme volte a potenziare le norme riguardanti la patente a punti, analoga attenzione per l’approvazione della guida a 16 anni in presenza di un adulto accanto ed in ambito ai costi che ricadono sulle famiglie, un’attenzione particolare dovrà essere riservata alla riduzione delle accise sulla benzina e sui carburanti in genere, così come diverso dovrà essere il meccanismo secondo cui pagare il bollo auto, in proporzione ai chilometri percorsi. Richiesta ancora in ambito agli incentivi alla rottamazione al fine di svecchiare sempre di più il parco auto inquinante, in fatto di assicurazioni di auto, si dovrà incentivare un profilo di assicurato rispettoso delle norme e della prudenza.

    Infine, ci si auspica dal nuovo governo, un’attenzione particolare verso l’incentivazione dei trasporti pubblici e tolleranza zero per la guida in stato di ebbrezza e dopo l’uso di sostanze stupefacenti e massimo rigore dovrà essere previsto anche contro i pirati al volante.

    438

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Blocco trafficoCodice della stradaMondo autoSicurezza Stradale
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI