Alfa Romeo Giulietta affidabilità, i tedeschi la fanno a pezzi: “troppi difetti” [FOTO]

"La qualità non mantiene le promesse" sull'Alfa Romeo Giulietta, dicono i tedeschi.

da , il

    Com’è l’affidabilità dell’Alfa Romeo Giulietta? Da quello che si sente dire in giro è buona, con alcuni difetti su qualche esemplare (cosa che accade ad ogni auto, peraltro), ma niente di particolarmente critico. Non sono della stessa opinione i tedeschi e, in particolare, quelli di Autobild. Il magazine tedesco ha dedicato un intero articolo proprio a questa tematica, introducendo nelle prime righe un quesito: “l’Alfa Romeo Giulietta è un’auto da scappatella o è una diva per tutti i giorni?”. Dopo averne elogiato lo stile distintivo, che indubbiamente la rende personalissima nella sua categoria, i tedeschi iniziano subito con il dire che la loro casella di messaggi è letteralmente intasata di messaggi di proprietari che lamentano difetti di ogni tipo, “nonostante le poche vendite in Germania”.

    I tedeschi dicono abbia troppi difetti

    Articolo Autobild affidabilita Alfa Giulietta

    “Alcuni lamentano problemi al turbocompressore, un difetto molto odioso contando che tutti i motori a listino sono turbo”, proseguono nell’articolo. Vengono poi elencati tutta una serie di problemi lamentati, tra cui difetti a: computer di bordo, compressore del climatizzatore, cambio doppia frizione Alfa TCT, ruggine, sistema di apertura del baule, e così via. “E il TÜV conferma l’immagine”, dicono poi, dato che l’Alfa Romeo Giulietta si piazza al 112esimo posto nella classifica sull’affidabilità. “Fa comunque meglio – aggiungono – della disastrosa Alfa 147, che si era piazzata in posizione 129″. Dopo aver fatto a pezzi l’affidabilità dell’Alfa Romeo Giulietta, dicendo che “quasi ogni componente è sotto alla media della categoria”, decidono di addolcire la pillola parlando degli aspetti da loro ritenuti positivi del modello.

    FOTO ALFA ROMEO GIULIETTA QUADRIFOGLIO VERDE MY 2014

    LEGGI ANCHE: Alfa Romeo Giulietta Quadrifoglio Verde: prova su strada, in pista, prestazioni e prezzo

    Una guidabilità unica nella categoria

    Come abbiamo già detto, Autobild ha elogiato non poco lo stile della media del Biscione, apprezzando in particolare quel frontale così inedito e particolare. Ma le parole positive vanno anche per la guidabilità, dove viene detto che “persino su di una Giulietta con all’attivo oltre 150.000 km lo sterzo e le sospensioni si comportano meglio che su molte altre concorrenti nuove di zecca”. In tema di motorizzazioni, da loro il 1.6 JTDm 105 CV è ritenuto un po’ fiacco e non adatto ad una vettura come questa. Dulcis in fundo, i tedeschi sostengono che nonostante abbia una lunghezza esterna di 4,35 metri la Giulietta abbia poco spazio interno. “La qualità non mantiene le promesse”, concludono.

    E voi cosa ne pensate di questo verdetto così critico e dispregiativo?

    LEGGI ANCHE: Alfa Romeo Giulietta: prezzo, motori anche a Gpl e allestimento Sprint [FOTO]

    L’Alfa Romeo Giulietta

    L’Alfa Romeo Giulietta è arrivata sul mercato nel 2010 rimpiazzando la vecchia Alfa 147. Fin da subito è stata apprezzata per il suo stile tipicamente italiano e per un livello di qualità e finiture mai raggiunto prima da Alfa. La guidabilità è stata da sempre uno dei suoi punti di forza, così come le motorizzazioni. All’inizio del 2014 ha subito un leggero facelift che ha leggermente rivisto il frontale e gli interni. Tra non molto dovrebbe arrivare un nuovo restyling, come testimoniato dalle foto spia che abbiamo pubblicato qualche tempo fa.

    LEGGI ANCHE: Alfa Romeo Giulietta 2016, foto spia: il restyling porta un nuovi contenuti e design [FOTO]