Motor Show Bologna 2016

Alfa Romeo Junior: nuovi approfondimenti

Alfa Romeo Junior: nuovi approfondimenti

I giovani sono avvisati: a breve l'Alfa Romeo Junior

da in Alfa Romeo, Auto sportive, Concept Car
Ultimo aggiornamento:

    Eccola qui, in veste quasi definitiva, la piccola di Arese, l’Alfa Romeo Junior che fa bella mostra di sé, anche se ancora in veste di concept car.

    La vettura, come si vocifera in Casa Fiat, è destinata ad un pubblico particolare, in prevalenza giovane, affinché la futura Junior possa rappresentare, per questa importante fascia di mercato, l’italianissima alternativa alla tedesca Mini; insomma, la Casa del Biscione , in tempi in cui il passato diviene quanto mai presente per le Case automobilistiche, la Junior vuole essere l’ennesima icona storica di un passato glorioso per il marchio Alfa Romeo.

    Oltretutto, il dato demografico italiano che ci avvicina al Giappone, in fatto di longevità, parrebbe non impensierire più di tanto i vertici dell’Alfa, che prevedono di vendere in Italia circa 80.000 Junior nel primo anno di commercializzazione, quasi tutte destinate agli under 40 . L’unico rammarico è quello di non conoscere ancora nel dettaglio ogni segreto nascosto di questa vettura che, per il Gruppo Fiat, è quanto mai importante, anche nella misura in cui, si vuole imprimere una scossa al marchio Alfa Romeo, da troppo tempo affetto da una profonda letargia. E, visto, le previsioni del successo che dovrebbero derivare dalla 8C Competizione, anche la Junior dovrebbe ereditare da quest’ultima elementi in comune, soprattutto stilistici, racchiusi soprattutto nel frontale della vettura.

    Anche posteriormente la Junior ha una sua spiccata personalità, lo si evince dalla particolare conformazione della coda tronca. Personali ed inediti, almeno da qualche decennio in qua, le misure, visto che parliamo di 4 metri di lunghezza, mezzo metro al di sotto della futura Alfa 14; per quanto riguarda invece i motori, le caratteristica sarà quella secondo la quale tutti saranno turbo; troveremo, dunque, il 1.400 cc.

    da 150 cavalli di potenza, benzina ed un inedito turbodiesel 1.600, oltre ad una versione “dopata” da 180 cavalli.

    Ma la vera chicca forse sta nelle personalizzazioni alla guida, con stili adottati e adattati all’umore del conducente al momento in cui si mette al volante. Insomma, una vettura rivoluzionaria che il mercato attende con l’ansia che in genere si destina all’ingresso di una primadonna.

    388

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Alfa RomeoAuto sportiveConcept Car

    Motor Show Bologna 2016

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI