Salone di Parigi 2016

Assicurazioni auto Decreto Bersani: tutte le informazioni utili

Assicurazioni auto Decreto Bersani: tutte le informazioni utili
da in Assicurazione auto, Auto Neopatentati, Auto nuove, Auto usate, Codice della strada
Ultimo aggiornamento:

    classe_di_merito_legge_bersani1

    Ci ha scritto in redazione Angela a proposito del costo esoso delle polizze di RC Auto per i giovani i quali, nonostante tutto, non beneficieranno di alcun sconto, nonostante le nuove normative.
    Mio figlio ha 22 anni e abbiamo acquistato ed assicurato a suo nome un’autovettura tempo fa. Paghiamo 1.450 Euro di assicurazione. Con la nuova legge Bersani i neopatentati hanno la possibilità di assicurare la loro auto a prezzi molto più modici, usufruendo dell’agevolazione “stessa classe di merito del padre”. Per le polizze stipulate prima dell’entrata in vigore della legge bersani non si può fare nulla? Lo trovo comunque ingiusto… Grazie

    Quanto ci viene chiesto da Angela è interessante, poiché la stessa lamenta il fatto che un’auto assicurata prima dell’entrata in vigore del Decreto Bersani ( Decreto 7/2007 ) sarebbe sottoposta ad un costo assicurativo maggiore rispetto ad un’altra identica polizza dopo il Decreto. Vero, ma, solo in parte, perché, purtroppo, neanche dopo il Decreto Bersani, in determinate situazioni, le cose sarebbero cambiate di molto.

    Ma come funziona questa legge?

    Nonostante al giorno d’oggi sia facilissimo richiedere un preventivo online dell’RC Auto, chi si aspettava, infatti, una vera e propria rivoluzione copernicana dopo l’entrata in vigore di detto Decreto, poi divenuta Legge 40 del 2 aprile, avrà di che lamentarsi, ciò in quanto, è ben difficile che le Compagnie di Assicurazioni assicurino un neopatentato alla stessa classe di merito del padre, richiedendo gli stessi premi ai due appartenenti allo stesso nucleo familiare.

    Eppure la Legge c’è ed è chiara e, almeno da parte delle Compagnie di assicurazione, verrebbe anche applicata, ma allora, come mai, nonostante ciò, padre e figlio, nella stessa classe di merito, pagano premi così discrepanti?

    Perché, fatta la Legge trovato l’inganno, verrebbe da dire. Alle Compagnie di assicurazioni non stava per nulla bene che un diciottenne potesse pagare relativamente poco perché all’interno di una buona classe di merito,appartenuta, ad esempio, al padre. Il rischio di esporre la Compagnia ad esborsi economici a causa dell’inesperienza di guida di chi ha la patente da poco è sempre alto per l’assicuratore e, dunque, non potendo infrangere la Legge, si è trovata lo stesso la soluzione; vero è che il neopatentato beneficia della stessa classe di merito del padre, ma vero è anche, che al momento della stipula del contratto, all’assicurato più giovane gli si ricalcoli il premio su determinati parametri, primo fra tutti l’età.

    E’ servita questa legge?

    Si deve sapere che dal momento in cui è entrato in vigore questo nuovo decreto Bersani, quando viene stipulata una nuova polizza assicurativa per l’auto si resta in possesso della classe di merito che si aveva in precedenza con l’ultimo contratto stipulato, in due casi: sia se si ha appena acquistato un secondo veicolo sia se l’ultimo contratto non sia più valido negli ultimi cinque anni.

    Cosa si fa in caso di sinistro?

    Nel caso di un incidente stradale con la legge Bersani non può variare la classe di merito che si ha affinché non venga accertata la colpevolezza. Da questo momento tutte le agenzie di assicurazioni non potranno piú stipulare un contratto di tipo pluriennale, ma questo d’ora in poi sará rinnovabile di anno in anno tant’è che così facendo il cliente in questione puó far cessare il rapporto con una determinata assicurazione annualmente ed può così avere la possibilitá di cambiare compagnia assicurativa senza dover pagare penali ma questo avviene nel caso in cui la disdetta avvenga con minimo due mesi di preavviso prima che scada il contratto.

    Quali vantaggi porta il Decreto Bersani?

    Sicuramente sono molteplici i vantaggi che il Decreto Bersani porta e ha portato sin dalla sua entrata in vigore. Per citarne uno solamente basti pensare ad esempio che un conducente può acquisire una classe di merito di uno dei parenti senza dover necessariamente partire dall’ultima classe, quella chiaramente che farebbe pagare di più. Questo fa fede anche come risposta alla domanda inizialmente posta dalla signora Angela in quanto tutti i neopatentati non dovranno necessariamente pagare cifre enormi se non assurde per aprire un nuovo contratto assicurativo.

    785

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Assicurazione autoAuto NeopatentatiAuto nuoveAuto usateCodice della strada Ultimo aggiornamento: Domenica 05/07/2015 10:19

    Salone di Parigi 2016

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI