NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Aston Martin Cygnet: gli scarsi risultati di vendita la fanno uscire dal mercato [FOTO]

Aston Martin Cygnet: gli scarsi risultati di vendita la fanno uscire dal mercato [FOTO]

Le vendite della Aston Martin Cygnet non sono andate bene, lo ha dichiarato l'amministratore delegato Ulrich Bez

da in Aston Martin, Aston Martin Cygnet, City car, Mercato Auto
Ultimo aggiornamento:

    Le vendite della Aston Martin Cygnet non sono state all’altezza delle aspettative, lo ha ammesso l’amministratore delegato Ulrich Bez. Il problema non sarebbe nella mancanza di acquirenti, ma nel sistema produttivo. Aston Martin non è infatti in grado di soddisfare la richiesta dei suoi clienti, perché non ha uno stock sufficiente del modello. E’ quindi stato deciso, dopo due anni dal lancio commerciale di far uscire dal mercato la più piccola quattro posti al mondo con marchio britannico, nata dalla stretta collaborazione di Aston Martin con Toyota che dal canto suo continua a produrre la iQ.

    La Cygnet è un tipo di vettura che il cliente vuole subito in pronta consegna e per la quale non è disposto ad aspettare i tempi di fabbricazione necessari. Questo e la mancanza di una valida campagna pubblicitaria sono, secondo Bez, la cause principali degli scarsi numeri commerciali.

    Rispetto alla giapponese iQ, la Cygnet era chiaramente studiata in chiave più lussuosa e che non faceva certo venir meno lo stile e la classe delle Aston per eccellenza con un frontale quindi che rispettava i canoni stilistici della Casa. Il suo “habitat” non è altro che la città dove non si hanno certo grandi problemi di manovrarla grazie a dimensioni ultracontenute; si parla infatti di una lunghezza di 3 metri per una larghezza pari a un metro e 68 ed un’altezza di 1 metro e mezzo pur vantando l’omologazione di quattro posti ed un “bagagliaio” di 32 litri se con tutti i sedili attivi, altrimenti diventavano 363 abbattendo quelli posteriori. La motorizzazione in listino era una unica: un 1.3 di cilindrata alimentato a benzina da 98 cavalli di potenza (72 kW). Prestazioni che la facevano esaltare visto che era in grado di raggiungere i 170 chilometri orari con uno scatto da 0 a 100 effettuato in 11 secondi e 8. I consumi battevano quelli di molte altre citycar in quanto si percorrevano mediamente i 20 chilometri con un litro e si emettevano circa 116 grammi di anidride carbonica per chilometro.

    L’allestimento in listino era uno soltanto ma ultraricco. Prevedeva come optional solamente il cambio automatico CVT Multidrive da 1.472 Euro, altrimenti di serie c’era un comodo manuale a sei marce.

    Il suo prezzo? Era di 39.825 Euro! Esorbitante pensare a quasi 40.000 Euro per possedere una citycar lunga 3 metri ma…pensate comunque che era pur sempre un’Aston Martin in fondo e la classe non le mancava e non passava mai inosservata. Ora se riuscite a trovarla usata è assolutamente un’occasione da non lasciarsi scappare! Un’Aston Martin non si svaluta mai nel tempo come altre vetture invece fanno… Cygnet, Rapide, Vantage o altre che esse siano.

    479

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Aston MartinAston Martin CygnetCity carMercato Auto
    PIÙ POPOLARI