NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Aston Martin DB9 Coupè, fibrillanti emozioni

Aston Martin DB9 Coupè, fibrillanti emozioni

L'esclusività di un'auto dal fascino inglese inconfondibile

da in Aston Martin, Auto nuove
Ultimo aggiornamento:

    Studiare le auto è sicuramente eccitante, non foss’altro perché il macrocosmo del settore automobilistico ci porta a vagare fra realtà quanto mai disomogenee, dove è possibile trovare l’auto economica, espressione di una realtà aziendale emergente, ma non per questo privata di una sua personalità e, di contro, l’ auto esclusiva, di nome e di fatto, come accade, con Aston Martin.

    Parlare dell’Aston Martin e del DB9 coupè, da di quelle fibrillanti emozioni, miste a quel senso di rispetto che un’auto, vuoi per l’alone di mistero e di importanza che anche il cinema le ha tributato, vuoi perché di fronte ad un Aston Martin ogni commento è superfluo, ma la semplice vicinanza ad auto del genere, smorza ogni parola.

    La DB9 ha, dalla parte sua, il grande merito di essere bella e potente, fuori, come dentro, con quello stile inglese che la contraddistingue, anche adesso che di inglese ha solo il nome; e poi è potente, aggressiva, roboante alla semplice pressione del pedale dell’acceleratore. E come potrebbe non esserlo, sotto il cofano nasconde, sembra con fatica, un motore che sembra voler fuoriuscire dalla gabbia in cui è stato confinato, un 12 cilindri di 6 litri che fa raggiungere all’auto una velocità massima di 340 Km/h e che la fa accelerare da 0 a 100 in 4,5 secondi con i suoi 450 cavalli di potenza.

    Ma per auto del genere la potenza sarebbe nulla o quasi, se, prima di tutto, non fosse meravigliosamente bella, con gli interni in pelle, di tonalità perfettamente in linea con la lucente carrozzeria, con quella precisione degli assemblaggi, quella accuratezza dei particolari che rende l’abitacolo perfettamente in linea,ordinato e sapientemente modellato di quel classicismo senza tempo che si mischia al legno delle cornici della strumentazione.

    Persino l’aroma, rilasciato dalla pelle dei sedili, mischiato alla radica disegnata a mano, sembra aver fermato il tempo in quest’auto, nata, come cesellata da un unico artigiano che ha creato, solo per noi, un monile intramontabile della nobile arte del gioiello fatto a mano.

    Questa è DB9, a noi, assaporarne, se possiamo, le vere virtù intrinseche.

    358

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Aston MartinAuto nuove
    PIÙ POPOLARI