Atomik 500: un’elettrica dalla Abarth 500

La Atomik 500 è una nuova auto elettrica sviluppata partendo dalla Abarth 500

da , il

    Atomik 500: un’elettrica dalla Abarth 500

    Sarà una delle tante, simpatiche versioni della Fiat 500 o un’auto tutta nuova? La Atomik 500 è la Abarth 500 sottoposta a cura anabolizzante a base di litio. E’ la versione elettrica della piccola scorpioncina, ideata e sviluppata da Atomik Cars. L’obiettivo era quello di realizzare “un veicolo zero emissioni capace di combinare prestazioni da supercar con una confezione da city car“. Esiste un veicolo simile? Direi di no, a meno che qualche stralunato non metta davvero su strada la Tata Nano supercar fornendole un motore elettrico.

    Sperando che gli addetti ai lavori non commettano simili ignomie, diamo uno sguardo a questa Atomik 500, auto unica al mondo. Con lei, la Atomik Cars conferma il motto che ne ispira l’operato, “anticipando il futuro”.

    La Abarth 500 si nasconde abbastanza bene sotto le spoglie di questa elettrica: sul davanti campeggia un paraurti rivisitato, dove al posto della griglia frontale troviamo una bocca completamente tappata. I passaruota sono bombati e accentuano l’aurea fumettistica che traspare dalla stessa Fiat 500. Ma andiamo a sbirciare sotto le lamiere, dove si nasconde una potenza inaspettata.

    La Atomik 500 è mossa da un motore elettrico al 100%, alimentato da batterie al Litio-Ferro Fosfato (LiFePO4), capaci di trattenere una quantità superiore di energia e di garantire prestazioni più elevate. La vetturina riesce così a coprire la distanza del chilometro in soli 26 secondi e a scattare da 0 a 100 Km/h in 5,6 secondi. Di contro, la Abarth 500 sfiora gli 8 secondi (7,9) e non è elettrica.

    La Atomik 500 vanta una potenza di 300 cavalli e monta la trazione integrale. Sarà presentata al Top Marques Monaco, dal 15 al 18 aprile 2010, quando sarà comunicata la data di commercializzazione dei primi 50 esemplari.