Auto acquatiche: tra sogno e realtà [FOTO]

Auto acquatiche: tra sogno e realtà [FOTO]

In molti pensano che le auto acquatiche siano solo trovate cinematografiche

da in Auto nuove, Curiosità Auto
Ultimo aggiornamento:

    A cavallo tra fantasia e realtà sussitono da diversi anni le auto acquatiche. L’idea di dar vita a vetture dall’uso ibrido, acqua e terra, è una costante degli ultimi cinquant’anni. Un’idea decisamente stravagante che è stata perorata al di fuori del mainstream dell’automotive. Tra i tanti progetti, solo uno è stato effettivamente portato a compimento. Trattasi del progetto Amphicar, concepita dal tedesco Hanns Trippel e prodotta in Germania dal Gruppo Quandt fra il 1961 e il 1968 in 4.000 esemplari. L’auto venne essenzialmente adoperata come tender degli yatch (grazie alle eliche di cui era munita), senza però riuscire a sfondare nel mercato teutonico. Ciò nonostante il progetto Amphicar è tornato nuovamente alla ribalta un anno fa, quando alcune vetture sono state esposte nel salone “Auto e Moto d’Epoca 2013”.

    Fiat 500, adesso si può guidare sull’acqua!

    Allo stato attuale lo sviluppo di auto anfibie è essenzialmente legato all’iniziativa di pochi fantasiosi temerari. Nel 2006 una Fiat Panda è salpata dal Regno Unito allo scopo di attraversare il canale della Manica, mentre due anni dopo un Iveco Terramare ha cercato di percorrere il canale di Corsica con una configurazione decisamente stravagante caratterizzata da lamiere d’acciaio saldata attorno al propulsore ad idrogetto e dalla presenza di serbai supplementari capienti 300 litri. Altro progetto degno di nota è la Rinspeed sQuba, presentata ufficialmente nel corso del salone di Ginevra 2008. L’auto, basata su telaio Lotus, prevedeva la presenza di tre propulsori elettrici, di cui destinati alla mobilità su terra e una resistenza appurata fino a 10 metri di profondità. Nonostante la buona volontà del produttore, anche il progetto sQuba non è andato oltre i confini della stravaganza.

    Agli appassionati del genere non resta dunque che farsene una ragione.

    Ci sarà da pazientare parecchio prima che le case decidano di produrre un’auto degna della mitica Lotus Espirit, gloriosa vettura fantascientifica con cui l’agente speciale James Bond solcava i mari e la terraferma. In attesa di ciò si potranno apprezzare i vari spot della Fiat 500 acquatica, nella speranza che quest’insolita trovata di marketing del lingotto possa un giorno diventare una reale produzione di serie.

    379

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Auto nuoveCuriosità Auto
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI