Auto elettriche, la carrozzeria diventa ricaricabile per Volvo

Auto elettriche, la carrozzeria diventa ricaricabile per Volvo

Grazie alle nanotecnologie, un gruppo di ricercatori insieme a Volvo ha inventato la carrozzeria "ricaricabile"

da in Auto Elettriche, Auto Ibride, Volvo
Ultimo aggiornamento:

    volvo carrozzeria ricaricabile

    E’ la ricerca e innovazione vera, quella che può portare a cambiamenti radicali. Le auto elettriche scontano, tra i tanti limiti, quello di batterie eccessivamente pesanti per garantire una buona autonomia. E se fosse la stessa carrozzeria a sostituirle? Un gruppo di lavoro guidato dall’Imperial College di Londra, al cui interno è presente anche Volvo, ha sviluppato un sistema di nanotecnologie grazie al quale l’energia elettrica viene immagazzinata sulla carrozzeria dell’auto, risparmiando notevolmente in termini di peso.

    Le prospettive offerte dalle nanoparticelle sono tutte da esplorare nel mondo dell’auto di serie, mentre già la Formula 1 ha proposto soluzioni innovative negli ultimi anni. Il sistema portato avanti dal gruppo di ricerca negli ultimi tre anni e mezzo e installato su una Volvo S80 prevede la sostituzione dei tradizionali pannelli della carrozzeria in acciaio o alluminio con elementi in fibra di carbonio. L’esemplare di Volvo in questione ha subìto la trasformazione del bagagliaio e della traversa davanti al parabrezza, all’interno del cofano motore.

    volvo carrozzeria ricaricabile, vano motore

    La fibra di carbonio viene lavorata per “ospitare” supercapacitori che, rispetto a un accumulatore tradizionale possono vantare una maggiore velocità di carica, oltre a durare molto più a lungo.

    L’impiego di nanotecnologie ha permesso di miniaturizzare il tutto e integrarlo nei pannelli in fibra di carbonio. Fibra di carbonio e supercondensatori sono avvolti in un tutt’uno e sagomati secondo la forma dei pannelli della carrozzeria. La ricarica avviene in maniera classica, quindi sia attraverso la presa di corrente (plug-in) che nelle fasi di decelerazione, con il recupero dell’energia dispersa immagazzinata sui pannelli anziché nelle pesanti batterie per come le abbiamo conosciute finora.

    Il risparmio di peso complessivo è stato valutato nell’ordine del 15% con la sostituzione di tutta la carrozzeria, mentre l’autonomia di marcia è pari a 130 km nel caso della Volvo con due elementi appena.
    Oltre all’utilizzo nelle auto elettriche i risvolti positivi si avrebbero anche per le auto tradizionali, perché con la sostituzione dell’elemento interno al cofano motore si riuscirebbe ad alimentare l’intero sistema elettrico di bordo, con investimenti bassi e modifiche strutturali altrettanto limitate.

    volvo carrozzeria ricaricabile, bagagliaio

    416

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Auto ElettricheAuto IbrideVolvo
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI