Auto elettriche: le tre proposte di Chrysler

Auto elettriche: le tre proposte di Chrysler

Molto interessanti le proposte di Chrysler con tre differenti veicoli elettrici già sul mercato nel 2010

da in Auto 2010, Auto Elettriche, Berline, Chrysler, Fuoristrada e SUV, Monovolume
Ultimo aggiornamento:

    Si impegna nello studio, nella progettazione e nella realizzazione di auto elettriche il colosso americano Chrysler che ha presentato in questi giorni almeno tre dei suoi prototipi elettrici che conta di immettere sul mercato a partire dal prossimo 2010, inizialmente per il solo mercato interno, successivamente anche per quello europeo.

    Poco prima della commercializzazione, Chrysler intenderà offrire in comodato d’uso un centinaio di queste auto ai vari Enti governativi, aziendali, pubblici e privati, affinché percepiscano con l’utilizzo, i vantaggi di un veicolo elettrico rispetto ad un’auto prevista con motore termico tradizionale. Intanto la Casa americana fa sapere che le vetture elettriche che deriveranno da questi tre prototipi saranno dotati di trazione anteriore, ma a seguire verranno prodotti altri veicoli che sfrutteranno la trazione posteriore e l’integrale.

    Il marchio che vedremo campeggiare sulle auto in questione sarà quello di Dodge, per la Dodge EV,relativamente al prototipo elettrico sportivo, di Jeep EV Wrangler per il modello Suv e di Chysler EV per quanto concerne la monovolume o minivan.

    All’inaugurazione che ha contrassegnato il debutto dei tre veicoli elettrici, degna di significato la dichiarazione di Bob Nardelli, Chairman and CEO di Chrysler LLC che ha affermato che, “Nel fornire avanzati veicoli elettrici, ecologici e dai consumi efficienti, abbiamo una responsabilità sociale nei confronti dei nostri Clienti e vogliamo rispettare questo impegno velocemente e più ampiamente rispetto a qualsiasi altro produttore automobilistico..L’introduzione dei veicoli elettrici Chrysler, Jeep e Dodge ci offre un’anticipazione di un futuro non troppo lontano ed è una prova della nostra serietà e di come siamo avanti nel processo di introduzione sul mercato di veicoli a trazione elettrica”.

    Le auto Chrysler elettriche sono costruite dall’azienda americana e la divisione interna della stessa industria, la ENVI, impegnata da anni nella realizzazione di motori tecnologicamente avanzati, da qui la denominazione sui veicoli di Chrysler anche della sigla EV. Le auto elettriche della Casa americana utilizzano motori elettrici applicati ad ogni ruota, alimentati da batterie agli ioni-litio, il tutto completato da un sistema di recupero dell’energia frenante resa disponibile al movimento dell’auto e che sennò andrebbe inutilmente dispersa. Ne consegue che tali veicoli hanno emissioni inquinanti pari a zero, un’autonomia che può anche superare i 300 chilometri, un limite questo che supera di almeno 4 volte la percorrenza media in città degli americani e pertanto ritenuto stravolgente anche solo per questo e rappresentano per l’America che li produce un vanto e un’opportunità per partecipare in maniera efficace all’affrancamento dal petrolio, la stessa cosa accadrà anche a quei Paesi, come l’Europa, che vorranno beneficiare della tecnologia Chrysler.

    Per quanto invece riguarda la vettura Jeep Range in questo caso al motore elettrico è abbinato un motore termico a benzina, vista la necessità di aumentare l’autonomia di marcia della vettura per via dell’impiego più estremo di questo veicolo.

    Dodge EV

    Per quanto invece concerne la sportiva Dodge EV, qui siamo in presenza di una vettura solo elettrica di 200 Kw in grado di erogare una potenza di 268 cavalli a trazione posteriore ad emissione zero in grado di consentire alla sportiva eccezionali prestazioni, ovvero, una velocità massima di quasi 200 orari e una accelerazione da 0 a 100 orari in 5 secondi. “Dodge EV fissa un nuovo standard di riferimento per un veicolo a propulsione elettrica” ha dichiarato Lou Rhodes, Vice President, Advance Vehicle Engineering and President ENVI. “La tecnologia a trazione elettrica consente di realizzare una sportiva con motore elettrico divertente da guidare e contribuisce e ridefinire l’immagine ecocompatibile del marchio Dodge”.La vettura viene alimentata da batterie agli ioni-litio e ha un’autonomia di circa 300 chilometri il tempo di ricarica per le batterie è di 4 ore se si sfrutta una presa elettrica domestica a 220 volt.

    Jeep EV

    Il suv Jeep Range Wrangler elettrico consente livelli di guida estrema a contatto diretto con la natura, visto che anche in questo caso siamo di fronte ad un’auto mossa da un propulsore elettrico anch’esso alimentato da batterie agli ioni di litio accoppiato con un piccolo motore a benzina nel caso serva alimentare, lontani da una presa di corrente, il mezzo.

    In questo modo, sfruttando entrambi i propulsori l’autonomia giunge fino a 640 chilometri circa.

    “Stiamo anche esplorando lo sviluppo di motori elettrici con trazione sulle quattro ruote per dimostrare il pieno utilizzo delle tecnologie avanzate di propulsione elettrica di ENVI ha riferito Rhodes.L’elevata coppia sviluppata istantaneamente dal motore a propulsione elettrica e la capacità di controllare indipendentemente e con precisione ciascuna ruota, garantisce potenzialità off-road ideali per il marchio Jeep, senza compromettere le potenzialità di guida su strada”.

    Chrysler EV

    Ed infine ecco il minivan, o meglio la multispazio che Chrysler ha realizzato mantenendo il proprio nome alla vettura. Parliamo di una vettura omologata per sette persone e che dunque diventa veicolo ottimale per le famiglie numerose o per chi intende utilizzare una vettura anche per fini diversi dal trasporto di passeggeri, soluzione questa spesso connessa con la propria attività professionale. La vettura è equipaggiata con un motore in grado di erogare una potenza pari a 255 cavalli, si avvale anche di un piccolo motore a benzina da utilizzarsi laddove non sia possibile accedere alla rete elettrica per rifornirsi di elettricità. In questo caso, sfruttando i due motori, elettrico e termico, l’autonomia raggiunge i 640 chilometri. Interessanti le prestazioni dell’auto anche in questo caso, con accelerazioni dell’ordine dei 9 secondi per passare da 0 a 100 orari ed una velocità massima di oltre 170 km/h.

    “La partnership tra Chrysler e General Electric combina la tecnologia per la trazione elettrica mostrata nei veicoli elettrici Chrysler, con i sistemi di ricerca e sviluppo di sistemi avanzati di immagazzinamento energetico portati avanti da General Electric”, ha affermato Klegon. “Il nostro obiettivo comune nel lavoro a fianco del Dipartimento dell’Energia degli Stati Uniti (DOE) consiste nello sviluppare un sistema integrato di immagazzinamento dell’energia per rendere le batterie dei veicoli elettrici più piccole e significativamente meno costose dei modelli attuali”.

    Chrysler e GE svilupperanno e valuteranno sistemi ‘dual-battery’ basati sull’eccezionale tecnologia posseduta da GE.

    “Una delle sfide poste dai veicoli elettrici consiste nel trovare una batteria che presenti il corretto equilibrio tra la potenza durante la fase di accelerazione del veicolo e l’energia utile a garantire lunghe percorrenze”, ha affermato Klegon. “Crediamo che unire due soluzioni chimiche, una sbilanciata verso la potenza e l’altra verso l’energia, in una singola batteria possa rappresentare un sistema molto promettente per un veicolo elettrico Chrysler del prossimo futuro”.

    1162

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Auto 2010Auto ElettricheBerlineChryslerFuoristrada e SUVMonovolume
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI