Auto elettriche, Renzi: «Ecopass a Firenze dal 2016»

Il sindaco di Firenze Matteo Renzi ha siglato con l'Alleanza Renault-Nissan un accordo per la promozione e lo sviluppo delle auto elettriche nel capoluogo toscano

da , il

    Trasmissione televisiva "Porta a Porta"

    Dal 2016 Firenze potrebbe diventare una città riservata alle auto elettriche. Questo almeno è nelle intenzioni del sindaco Matteo Renzi in occasione della firma di un patto con il gruppo Renault-Nissan per lo sviluppo e la promozione della mobilità elettrica nella città toscana. Firenze punta così ad assumere un ruolo di primo piano nella corsa alle emissioni zero applicate al trasporto privato. Le auto elettriche stanno assumendo sempre più il ruolo di candidate ideali per il futuro della mobilità urbana e sono molte le Amministrazioni che stanno iniziando ad attivarsi.

    «Da qui al 2016 vogliamo arrivare ad immaginare che chi non ha l’auto elettrica non entri in città – ha affermato Renzi – a meno che non sia residente. Un Ecopass non come tributo in termini economici al Comune, ma come tributo all’ambiente. Vogliamo essere una capitale dell’ambiente: Firenze sta investendo molto su una visione innovativa e su una diversa modalità di trasporto, sia pubblico che privato».

    La firma sul documento è stata apposta, oltre che da Matteo Renzi, dall’amministratore di Nissan Italia, Andrea Alessi, e dal presidente di Renault Italia, Jacques Bousquet. Il tutto sotto l’attenta supervisione dell’Enel. Gli obiettivi sono lo studio dell’applicazione dell’elettrico al trasporto pubblico, l’ottimizzazione della rete di ricarica e la presentazione di progetti di car sharing elettrico.

    «Questo accordo – ha dichiarato Alessi – ci permetterà di sviluppare una solida partnership con la città di Firenze» con l’obiettivo, come ha aggiunto Bousquet, «di fare di Firenze un modello di mobilità sostenibile». Tra le iniziative previste ci sono incentivi per chi acquista motorini o auto elettriche. «Anche in termini di permessi», ha concluso Renzi.