NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Auto più brutte di tutti i tempi: la nostra classifica [FOTO]

Auto più brutte di tutti i tempi: la nostra classifica [FOTO]

Interessante carrellata di alcune tra le auto più brutte della storia

da in Classifiche auto, Curiosità Auto
Ultimo aggiornamento:

    Le auto più brutte della storia. “De gustibus non est disputandum”. In parole povere, “non si deve discutere dei gusti”. Un adagio semplice e immediato, ma non per questo scevro di contenuto. Del resto la soggettività dei punti di vista è una delle poche certezze della vita di ogni uomo. Ciò, ovviamente, si applica anche al settore automotive. Checchè se ne dica di un modello, non mancheranno gli estimatori né tantomeno i detrattori. Trovare un’auto gradita in percentuali bulgare è davvero complicato, soprattutto se non si guarda alle super cars. Di converso è altrettanto complicato trovare veicoli universalmente dileggiati. Esistono però delle vetture che mettono d’accordo i più. Alludiamo a capolavori di rara bruttezza in grado di lasciare il segno…in negativo. Il novero, a tal proposito, è ampio. Tuttavia, noi di AllaGuida.it ve ne proporremo solo cinque (tra le peggiori) per non urtare troppo la vostra sensibilità.

    SsangYong Rodius
    SSang Yong Rodius 2004
    Un crossover. Forse anche troppo crossover. Un’accozaglia di stili, forme e dimensioni da fare invidia ad alcune creazioni della pittura astratta. Fa strano che sia stata progettata dall’illustre Ken Greenley (noto esperto in design automobilistico). A ben guardarla, la Rodius sembra quasi un’auto da pompe funebri in chiave off-road. Non a caso Top Gear Magazine l’ha definita “auto presa a bottigliate in una rissa in un pub e cucita insieme da un cieco”.
    Toyota Yaris Verso
    Toyota Yaris Verso
    Che dire della Yaris Verso? Non c’è “Verso” di trovare un senso per quest’auto. Una monovolume priva di identità nata solo ed esclusivamente per soddisfare il trend in voga nel 2001. I risultati ovviamente non hanno deposto in favore di questa Yaris, e così nel 2004, a tre anni scarsi dalla commercializzazione, è stata ritirata dal mercato. Il suo ricordo però continuerà ad aleggiare nei peggiori incubi degli appassionati.
    Pontiac Aztek
    Pontiac Aztek 2008
    Dispiace vedere un’auto del genere. Pontiac non è di certo un marchio abituato a sfornare obobri di tale livello. Eppure nel 2001 la tradizione è stata sovvertita.

    Per la cronaca i riscontri non sono stati per nulla esaltanti. Aztek ha stupito in negativo per il suo insolito design, figlio di un improbabile mix tra stili decisamente eterogenei.
    Fiat Multipla
    Fiat Multipla 1
    Non poteva di certo mancare la Multipla, orgoglio della filiera Fiat. Non stiamo di certo a disquisire sulla funzionalità e la versatilità di quest’auto. Tuttavia, pur avendone acclarato i pregi, non si può prescindere dall’osservarla in tutta la sua originalità. La prima versione, in commercio dal 1998 al 2003, ha letteralmente stregato le platee mondiali grazie all’insolita forma e all’orripilento frontale. Ciò ha contribuito notevolmente a rendere la Multipla una delle auto più brutte con cui gli italiani abbiano avuto a che fare.
    Subaru B9 Tribeca
    Subaru B9 Tribeca
    Nell’immaginario collettivo il marchio Subaru è indissolubilmente legato all’Impreza, berlina fiera e roboante nonché prestante auto da competizione. Discorso diverso, invece, quando capita di associare il marchio giapponese alla “B9 Tribeca”, modello in produzione a partire dal 2006. Trattasi di un grande suv nato per sfidare i colossi del comparto d’appartenenza. Peccato però che i dati di vendita siano stati sin dall’inizio poco confortanti, al punto che il primo restyling è stato realizzato ad appena due anni dalla commercializzazione del mezzo.

    681

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Classifiche autoCuriosità Auto
    PIÙ POPOLARI