by

Auto usate dalla Germania – documenti, iva e costi: conviene comprarle?

    auto usate germania guida

    Comprare auto usate dalla Germania può essere conveniente, ma bisogna valutare alcuni aspetti molto importanti e capire anche come si fa. Ovviamente uno dei mezzi più facili che si hanno a disposizione è internet. Sono infatti numerosi i siti dove è possibile andare a caccia dell’affare, e poi? Concluso l’acquisto spesso si è davanti a un lungo elenco di adempimenti burocratici per portare l’auto in Italia, vediamo quali sono e quanto costano. Anzitutto proveremo a far luce su due situazioni differenti, lasciando da parte quella tipica del concessionario che si incarica della ricerca e provvede alla burocrazia: vedremo cosa si deve fare per immatricolare un’auto usata acquistata in Germania e cosa, invece, serve per circolare in Italia con un veicolo del quale si era già proprietari all’estero.

    Auto usate dalla Germania, i documenti necessari

    L’auto usata è tale se ha un chilometraggio superiore ai 6 mila chilometri e viene venduta almeno dopo sei mesi dalla prima immatricolazione. In questo caso, l’acquirente italiano dovrà provvedere a immatricolarla e iscriverla al Pra. Il primo passo è quello di verificare la regolarità della documentazione tecnica che accompagna il veicolo e si può fare presso la Motorizzazione civile, avendo cura di assolvere anche gli adempimenti fiscali, in primis l’Iva. Una strada più snella passa dallo Sportello Telematico dell’automobilista, sostenendo i relativi costi extra.

    Cosa fare

    Volendo operare in autonomia, dovrete prima immatricolare l’auto usata presso la Motorizzazione, in seguito avrete 60 giorni di tempo dal rilascio della carta di circolazione per iscrivere l’auto al PRA. I documenti richiesti passano dal documento d’identità dell’acquirente, a quello di acquisto del mezzo: in certi casi è necessaria una traduzione dell’atto. Inoltre, serve una dichiarazione sostitutiva che accerti la residenza, nel caso non sia riportata sul documento d’acquisto. Infine, va compilato il modello NP2C nel caso in cui sia l’acquirente a iscrivere l’auto al PRA, mentre si dovrà utilizzare il modello NP2D nel caso in cui venga redatto contestualmente all’atto di vendita. Quest’ultimo dovrà recare la firma del venditore con l’autenticazione di un notaio.

    I costi

    Oltre al costo del rilascio delle targhe italiane e al pagamento dell’IPT – entrambi variabili – ci sono costi fissi da sostenere:

    27 euro di diritti Aci 31 euro di imposta bollo per l’iscrizione al PRA 32 euro di imposta bollo per il Dipartimento Trasporti Terrestri 9 euro di diritti per il DTT

    vanno aggiunti i costi dei singoli versamenti e, nel caso ci si rivolga a un’agenzia o allo Sportello telematico dell’automobilista, le relative tariffe.

    Già proprietario all’estero, cosa fare

    Nel caso in cui foste già proprietari dell’auto all’estero e voleste portarla in Italia, accertatevi che la proprietà risulti sulla carta di circolazione straniera. I passi successivi da compiere sono:

    - una dichiarazione di proprietà con firma autenticata da un notaio o da uno Sportello telematico dell’automobilista - disporre della carta di circolazione estera e di una sua copia - presentare la domanda alla Motorizzazione civile sul modulo TT2119

    Se l’auto è stata immatricolata prima del 31 maggio 2004, sarà necessario anche il documento di proprietà originale il Faharzeugbrief, mentre per le auto immatricolate dopo l’1 giugno 2004 servirà una copia dello stesso o in alternativa dello Zulassungsbesheinigungteil II.

    Qualora l’auto fosse intestata a una persona giuridica, si dovrà produrre – da parte del legale rappresentante – anche una dichiarazione sostitutiva attestante la sede.

    Dove cercare auto usate in Germania

    Ebay Annunci
    ebay annunci auto

    Ebay è uno dei siti più conosciuti al mondo per la compravendita di oggetti, dove è possibile acquistare anche vetture usate in tutto il mondo. Mettere il proprio annuncio è gratuito ed è molto importante seguire determinati consigli e valutare il feedback dell’utente che mette in vendita la propria vettura. Tramite questa particolare opzione possiamo sempre sapere, attraverso il commento degli altri utenti che hanno acquistato da quello stesso venditore, se è affidabile o meno, ma non solo, anche quanto tempo impiega per la consegna, come si sono trovati e altre notizie simili a tal proposito. Naturalmente, bisogna cercare il mezzo desiderato nella versione tedesca del sito.

    Autoscout24

    autoscout24

    Autoscout24 è un sito italiano dove è possibile acquistare auto europee nuove e usate. In questo portale si possono fare ricerche mirate e cercare l’auto in base a determinati parametri preimpostati, come possono essere la marca, il modello, il prezzo, chilometri, carburante, oltre a vedere le immagini. Da segnalare che su questo portale ci sono alcune sezioni guida che aiutano sia chi compra che chi vende a scrivere l’annuncio, a capire quale sia il giusto prezzo per una determinata vettura e a operare in totale sicurezza. Inoltre è attivo un servizio di assistenza email per dubbi, chiarimenti e ogni altra evenienza. Gli annunci sono gratuiti.

    Mobile.de

    mobile.de

    Mobile.de è il corrispettivo tedesco di automobile.it, tra i più importanti e affidabili siti per la compravendita di auto, unico limite è che è disponibile solo in lingua tedesca. Anche in questo caso possiamo inserire i parametri di marca, modello, prezzo, ma non solo, per cercare la nostra vettura. In evidenza nel sito un box che mette in risalto quelli che sono gli ultimi annunci inseriti. Il risultato della ricerca, sempre molto dettagliato, in alcuni casi ci sono anche i numeri di telefono dei venditori, è ordinabile per prezzo. Gli annunci sono gratuiti e sono disponibili non solo le auto, ma anche furgoni, camper e moto.

    Conclusioni

    Una scelta, quella di acquistare auto usate dalla Germania che può risultare conveniente e sicura se ci si affida ai siti giusti. Dopo l’acquisto verrà rilasciata regolare fattura e nome del futuro intestatario dell’auto. Nel caso in cui si decida di andare di persona a ritirare la vettura, tramite il concessionario o un’agenzia locale di pratiche auto, bisogna farsi rilasciare una targa provvisoria, che includa anche l’assicurazione per un determinato numero di giorni, per poi raggiungere l’Italia e fare la necessaria immatricolazione dell’auto. Di seguito i link dei siti in questione e altri per saperne di più sull’argomento. Ebay annunci auto Germania Autoscout 24 Mobile.de Auto usate e ecommerce Automobile.it per comprare auto online