Bajai concept: un’altra low cost, forse per il mondo intero

da , il

    La Bajai Concept

    Della Tata Nano abbiam parlato, la vettura low cost indiana pensata e realizzata per rispondere alle esigenze di mobilità di una popolazione costituita da oltre un miliardo di persone a cui si vuol dare la possibilità di viaggiare in auto, abbandonando gli attuali mezzi di fortuna cui attualmente si ricorre.

    Sulla Tata Nano, a pochi giorni dal debutto, s?è parlato tanto, anche in parti del mondo, come quello occidentale, tanto distante da quello ove la vettura ha visto la luce e se ne è parlato con grande interesse e, soprattutto, col desiderio forte di poter beneficiare di una low cost di un paio di migliaia di euro in tempi brevi. Segno questo di una visione andata mutando nel tempo, nei confronti dell?auto e forte delle nuove istanze che si sono profilate laddove, una volta, nei riguardi dell?automobile il rapporto era sicuramente distante dalle nuove esigenze che han finito per prevalere sulla motorizzazione, meno attento ai costi, ai consumi e alla gestione di un bene visto, come l?unico in grado di appagare le esigenze di mobilità, così come, al contempo, una sorta di status symbol da ostentare. Visioni queste destinate a tramontare nella coscienza di sempre maggiori utenti, più attenti a guardare con interesse alla sostanza e al risparmio, se questi sono orientati all?ambiente e ai consumi ridotti e sempre meno affascinati dal superfluo.

    Ecco da dove si è fatta strada l?esigenza di una Nano anche in nazioni opulente e, forte di tutto ciò, ecco un altro gruppo indiano pensare ad un?altra vettura, ancora in veste di prototipo, ma quasi certamente, presto sul mercato e che potrebbe venire incontro non solo alle esigenze dei consumatori locali, allorquando questi cominceranno ad assaporare i vantaggi degli spostamenti in auto, ma anche a quelle appartenenti ad altri Pesi e non tutti emergenti, forse, persino il nostro, con opportune modifiche dei modelli prodotti che ben si attaglino agli standard previsti in ogni singolo Continente.

    Ecco, dunque, farsi strada la Bajai, che dovrebbe vedere la luce nel 2009 e che nasce dall?esperienza costruttiva della Renault-Nissan che, sulla base delle dimensioni della Nano, sfrutterà il pianale derivato da una proposta della Casa franco-giapponese.

    Risultato, la Bajai avrà una scelta più diversificata di motori, compreso un diesel di fabbricazione Bosh e, addirittura una versione ibrida, così come verrà offerta in due allestimenti, a passo corto e lungo, tutti contrassegnati da buoni livelli di confort, versatilità e qualità a prezzi che non dovrebbero superare i 3.000 dollari di partenza.

    Solo così la speranza che anche da noi giunga una vettura del genere, comincerà a farsi concretamente strada.