Motor Show Bologna 2016

BMW Serie 1 TII: una concept solo per le gare

BMW Serie 1 TII: una concept solo per le gare
da in Auto sportive, Bmw Serie 1, Concept Car, Salone di Tokyo
Ultimo aggiornamento:

    Si sciupano in BMW le “cattive” della Casa e così, proveniente dal Salone di Tokio, s’è mostrata in tutta la sua aggressività, la Serie 1 TII.

    Nella storia lontana della Casa tedesca, questa sigla, utilizzata per le vetture a cavallo fra gli anni sessanta e settanta, stava ad indicare “Turismo Internazionale Iniezione”, nei fatti si concretizzava in una vettura più potente, dall’aspetto sportivo al massimo e, oggi, potrebbe essere ripresa, in chiave moderna, con le stesse motivazioni di un tempo.

    Come si vede, la vettura si presenta bicolore, una decisione, questa, che sottolinea l’aspetto sportivo e rallystico di un tempo, periodo in cui questa versione era utilizzata per quel tipo di competizione. La Serie 1 TII è alleggerita e, per giungere a questo risultato, s’è fatto ricorso a plastiche rinforzate e fibra di carbonio, soprattutto nel cofano, ma anche nel telaio degli specchietti retrovisori esterni, come in alcune parti dei paraurti, anteriori e posteriori, s’è adottato lo stesso criterio costruttivo.

    A differenza di quanto si possa pensare, tutto ciò che è stato concepito di colore nero, non disturba la guida, per via di particolari materiali adottati, che assorbono la luce ed evitano il fastidioso e pericoloso riverbero, eliminato, anche, dalla particolare fascia bianca che sormonta il parabrezza.

    Non ci è dato di sapere il tipo di motore e, men che meno, la cilindrata che verrà adottata in questa Serie speciale, intuitivamente crediamo debba trattarsi di motori potenti con un adeguato numero di cavalli. Secondo Kevin Rice, considerato ai vertici del design della BMW Serie 1, la scelta di questa versione, in una prima fase, potrebbe essere di tipo sperimentale, più volta a considerare le reazioni di questa vettura, alla luce del minor peso che la costituisce e dell’eventuale motore che la interesserà.

    Esperimenti interessanti, visto che si è riusciti a renderla tanto leggera intervenendo, ad esempio sul cofano che, con l’impiego dei nuovi materiali, ha fatto perdere alla Serie 1 qualcosa come quasi 15 chilogrammi. Quel che certo è che, a meno di novità contrarie, la TII non dovrebbe mai essere posta su strada, ciò per non dare fastidio alle Serie M, tuttavia, potrebbe essere considerata l’opportunità di un utilizzo nelle competizioni, ripercorrendo percorsi che furono degli anni settanta, dunque, un bel riflusso e un tuffo nel passato, che rinverdirebbe i fasti di un modello, per i più, del tutto nuovo.

    419

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Auto sportiveBmw Serie 1Concept CarSalone di Tokyo

    Motor Show Bologna 2016

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI