Bridgestone Adrenalin RE002: prova su pista dei nuovi pneumatici sportivi [FOTO]

Bridgestone Adrenalin RE002: prova su pista dei nuovi pneumatici sportivi [FOTO]

Prezzi, scheda tecnica, pro e contro dei nuovi pneumatici Bridgestone Adrenalin RE002, provati in pista in Spagna sul circuito di Ronda vicino Malaga

da in Pneumatici, Prove auto su strada
Ultimo aggiornamento:

    Siamo stati ospiti di Bridgestone per una prova su pista di un nuovo pneumatico sportivo: l’Adrenalin RE002. La casa giapponese, leader al mondo nella vendita degli pneumatici, prova a ripetere il successo che gli RE001 hanno avuto in Asia con questa nuova gamma di calzature. Una nuova tipologia di copertoni dalle caratteristiche sportive, che va a coprire un segmento (quello tra i 15 e i 17 pollici) che le Potenza S001 non coprono, e ad un prezzo altamente competitivo. Per questo debutto Bridgestone ci ha invitato ad effettuare una prova su un bellissimo circuito in Andalucia, nei pressi di Ronda, all’Ascari Race Resort. Una pista fantastica, ricca di curve e saliscendi. Uno scenario mozzafiato, rovinato in tutti i modi da una pioggia corposa e incessante che ci ha accompagnati lungo tutta la nostra gita in Spagna. Nonostante la grande quantità di acqua presa, siamo comunque riusciti a provare le nuove gomme, anche se non sul loro terreno ideale. Vediamo perché.

    Ultimate Adrenalin Experience

    Ultimate Adrenalin Experience Bridgestone

    I nuovi pneumatici Bridgestone Adrenalin RE002 danno sicuramente il loro meglio sull’asciutto, mentre sugli asfalti umidi e bagnati le Turanza (altra tipologia di coperture della casa giapponese molto famosi) si trovano sicuramente di più a loro agio. In questo test abbiamo saggiato gli Adrenalin sull’Audi TT Quattro, Audi A3 e Volkswagen Golf 7, provando soprattutto il paragone con le Turanza nell’asfalto umido e bagnato. Ma quali sono le peculiarità di questo nuovo pneumatico? Scopriamolo insieme.

    Design

    Bridgestone Adrenalin RE002, design del battistrada

    Il disegno rimane simile a quello degli RE001: sempre asimmetrico, i canali nella parte interna del battistrada passano da tre a due, ma ora uno dei due è più largo e ondulato. Sulla parte esterna invece un disegno differente fa si che la gomma riesca a rompere maggiormente la superficie d’acqua spostando più acqua e riducendo il rischio di acquaplaning.

    Audi A3 sul circuito Ascari

    Le nostre Audi A3 sull’asfalto umido si comportano in maniera egregia. I nuovi pneumatici fanno si che lo sterzo risponde in maniera precisa e la vettura è grintosa ed estremamente maneggevole. Come detto non abbiamo potuto saggiare il pnuematico sul terreno asciutto, ma ci assicurano in Bridgestone che l’aderenza all’asfalto e la sportività di guida sono unici grazie al potenziamento della nervatura tridimensionale tra la spalla e i cordoli, dal cordolo centrale continuo e dall’ampio cordolo laterale con profilo ondulato.

    Bridgestone Turanza

    Poco dopo le abbiamo paragonate ai Turanza. Quest’altra tipologia di pneumatico ha una spalla più morbida, di conseguenza è più “turistico”, meno sportivo e meno reattivo. Per cui i Turanza ci permettono un controllo più semplice del veicolo, ma sicuramente meno emozionante.

    Gli pneumatici sul bagnato

    Bidgestone Adrenalin RE002 Volkswagen Golf 7

    Poco dopo saliamo a bordo della nuova Volkswagen Golf 7 equipaggiate sia con Adrenalin che con Turanza, e ci apprestiamo ad affrontare il circuito con asfalto bagnato. Con il termine bagnato intendiamo pozze d’acqua con diversi centimetri di profondità, quindi una quantità d’acqua imponente che gli pneumatici devono affrontare.

    Turanza Sul bagnato estremo

    In queste condizioni d’asfalto, data la quantità d’acqua che il pneumatico deve “spostare”, vincono invece gli Adrenalin, dato il diverso disegno dei tasselli in modo da eliminare al meglio la quantità d’acqua, permettendoci di affrontare le curve in entrata e in uscita ad alte velocità, senza grossi problemi.

    Lo slalom

    slalom Bridgestone Adrenalin

    L’ultima nostra prova è stato lo slalom con delle bellissime Audi TT Quattro. Inutile dire che queste bellissime vetture si sono compportate in maniera perfetta anche ad altissime velocità. Si è scatenata una piccola battaglia tra i giornalisti quando si è acceso il cronometro su chi svolgeva la prova nel minor tempo possibile, per cui abbiamo schiacciato l’acceleratore in maniera vigorosa, senza evidenziare il minimo problema.

    Conclusioni

    Bridgestone Adrenalin e Turanza

    Le nuove calzature giapponesi sono ottime per ogni superficie e per ogni condizione di strada. La loro indole sportiva forse viene fuori solo in ambienti di pista, per cui in strada è praticamente possibile constatare tutte le loro peculiarità, però il target a cui si riferiscono di larga scala, insieme ad un prezzo non eccessivo (si parla dai 60 ai 160 euro, permetteranno a queste nuove Bridgestone Adrenalin RE002 di avere un sicuro successo.

    919

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN PneumaticiProve auto su strada
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI