NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Car Pooling….. e non sei più solo!

Car Pooling….. e non sei più solo!

Il nuovo modo di viaggiare in auto si chiama

da in Car Pooling, Mondo auto
Ultimo aggiornamento:

    Car Pooling

    Se domani qualcuno dovesse proporvi il “Car Pooling”, non rimanete sbigottiti, vi sta solo dicendo se siete d’accordo a condividere le spese di viaggio, per cui, sia i costi di benzina, parcheggio, eventualmente pedaggio e quant’altro, saranno equamente distribuite, viaggiando nella sua stessa vettura, magari con qualche altro collega al seguito per raggiungere il posto di lavoro.

    Se lo fate già, siete anticipatori, in carne ed ossa, di una tendenza che oggi pare sia quanto mai sentita nel mondo anglosassone e che domani potrebbe riverberarsi in tutti quegli Stati europei che, più che altrove,patiscono il soffocamento della mobilità urbana da parte di troppe vetture in centri abitati ad alta densità di popolazione e scarso spazio disponibile per la viabilità.

    Tanto è vera questa tendenza che, entro il ‘2007, in Inghilterra verranno predisposte vere e proprie corsie preferenziali a favore di quelle vetture in cui coesistono almeno due o più passeggeri contro le normali corsie in cui a viaggiare resterà soltanto il conducente.

    Una decisione che ha spaccato l’opinione pubblica inglese, fra coloro che sostengono che il Car Pooling sia una scelta benefica per la mobilità ed i centri storici delle più importanti città e fra quanti ribadiscono, invece, che gli investimenti atti a realizzare queste nuove arterie viarie sarebbero dovuti essere destinati al potenziamento dei mezzi pubblici.

    Nel Vecchio Continente, siamo un po’ tutti riluttanti a questo tipo di iniziative che, invece, nel Nord America, raccoglie diversi consensi da parte della popolazione abituata da decenni a condividere le spese di viaggio fra un gruppo di colleghi che raggiungono la stessa destinazione e, che in virtù di questi accordi, riescono a risparmiare fino anche al 40% al mese di costi vivi di mobilità. In Italia, invece, sarà per la nostra propensione ad essere più individualisti, questa idea, almeno fin’ora, rischierebbe di non prendere, subito, il sopravvento e sarebbe additata come una sorta di imposizione atta a ledere la nostra libertà di decisione.

    Ma si sa, le novità stentano a decollare, almeno all’inizio e, non è escluso, invece, che se il Car Pooling dovesse essere applicato, rischieremmo di vedere deserte le corsie destinate al trasporto dei singoli automobilisti e intasate quelle riservate a coloro che viaggeranno in gruppo, al punto da pensare di sottoporre ad analisi i malcapitati misantropi che viaggiano da soli in auto con l’aggravante, soprattutto, di essere tanto ricchi e agiati…..da non aver bisogno di condividere con altri le proprie spese di viaggio.

    432

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Car PoolingMondo auto
    PIÙ POPOLARI