Car Sharing: sono già quasi 10.000 gli abbonamenti al servizio in Italia

da , il

    Comincia a piacere, forte dei suoi quasi 10.000 abbonamenti, il Car Sharing in Italia

    Alla presenza del ministro dell?Ambiente, Alfonso Pecorario Scanio, s?è svolto a Roma il Forum sul Car Sharing, giunto alla sua terza edizione, da dove è emersa l?importanza di questo servizio, se solo si considera l?enorme impatto favorevole per le nostre città, soprattutto in ambito all?inquinamento,pensando che un?auto in car sharing, ovvero un? auto condivisa, sostituisce ben otto auto private.

    Col Car Sharing l?auto si usa solo quando se ne ha bisogno e solo in questa evenienza viene pagata per il tempo necessario all?utilizzo medesimo. L?esperienza positiva dopo l?estensione del servizio in Germania e in Belgio incentiva anche da noi il ricorso al Car Sharing.

    A Brema, infatti, gli oltre 3.000 di car sharing hanno garantito una riduzione delle emissioni del Co2 nell’ordine di 2.000 tonnellate. In Italia attualmente il servizio è attivo in 12 città (Bologna, Firenze, Genova, Milano, Modena, Parma, Rimini, Roma, Scandicci, Sesto Fiorentino, Torino e Venezia) mentre Padova e Palermo lo stanno per attivare. Gli abbonamenti oggi ammontano a 9488 e le previsioni parlano di 15000 abbonamenti entro il febbraio 2009. E’ Torino la città con il maggior numero di auto (96 veicoli e 59 parcheggi), Venezia ha invece il maggior numero di contratti: 2294. Secondo le previsioni arriveranno presto a 15.000 gli utilizzatori del servizio.