NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Carburanti: gli italiani amano il GPL

Carburanti: gli italiani amano il GPL

Gli italiani si convertono in massa al GPL e dove non ha potuto il Governo con gli incentivi statali hanno potuto le Case costruttrici che si sono rivolte in massa alla realizzazione di auto bi-fuel

da in Auto GPL, Mondo auto
Ultimo aggiornamento:

    Colonnina_gpl

    Effetti nel breve periodo della politica soprattutto delle Case costruttrici di incentivare l’auto a GPL o metano e non certo soltanto degli incentivi statali governativi, fatto sta che, soprattutto fino a qualche mese fa quando il petrolio aveva raggiunto i massimi storici, il mercato dell’auto, nonostante la crisi del settore, s’è rivolto in massa verso auto alimentate con carburanti alternativi e la dimostrazione che ne è derivata è che i consumi di petrolio in Italia sono scesi dell’8% e quelli di GPL aumentati del 5%, non si dispongono ancora dei dati relativi al metano.

    Nel dettaglio significa aver assistito ad una diminuzione del consumo di benzina pari al 10% e del gasolio del 7,2%, ciò anche in considerazione del fatto che il mercato di auto diesel nuove è aumentato in proporzione più di quelle a benzina nonostante solo quest’ultime sono abilitate a marciare anche a gas ma si è assistito ad un aumento della richiesta di auto bi-fuel che a fronte di una domanda del nuovo precipitata in basso quasi del 30% ha visto le bi-fuel predisposte dalle Case automobilistiche aumentare del 35% dal 2007 al 2008 .

    Come è ovvio che sia il costo alla pompa del GPL rispetto a quello della benzina e del diesel ha di fatto indotto la gente a viaggiare con auto bi-fuel, così come a partecipare a questo trend del consumatore italiano ha partecipato anche la nuova coscienza ecologica che alberga in noi; ora si assiste anche ad un calo dei costi degli altri carburanti tradizionali, ma l’italiano ben sa che non appena il petrolio risalirà la china tutti i prezzi dei carburanti torneranno alle stelle, eppure, se vogliamo uscire dalla crisi dovremmo, paradossalmente, augurarci che il prezzo del petrolio risalga un po’ la china, poiché, acquistare il greggio a prezzi stracciati è il segno incontrovertibile di una domanda inesistente di petrolio e, dunque, di un malessere economico a livello mondiale che non fa bene a nessuno.

    361

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Auto GPLMondo auto
    PIÙ POPOLARI