Motor Show Bologna 2016

Chrysler Eco Voyager: un’altra auto ecologica a Detroit

Chrysler Eco Voyager: un’altra auto ecologica a Detroit
da in Auto Ecologiche, Chrysler, Concept Car, Salone di Detroit 2016
Ultimo aggiornamento:

    Che Detroit sia la rassegna all’insegna dell’ecologia, ne abbiamo parlato diverse volte, così come abbiamo parlato dei modelli in tema presentati dalle varie Case automobilistiche, ma degna di attenzione e di comprensione pare meritare la nuovissima Chrysler Eco Voyager, ancora allo stato di concept, che potrebbe giungere non troppo lontano nel tempo anche sul mercato.

    Parliamo di un prototipo elettrico con la caratteristica di non inquinare per nulla, mosso da un motore elettrico alimentato da batterie cella combustibile ad idrogeno che eroga una potenza di ben 268 cavalli col risultato di avere un’autonomia di quasi 500 chilometri e, alla stregua delle migliori vetture alimentate da combustibili tradizionali, si riescono a spuntare prestazioni fino a pochissimo tempo fa impensabili, visto che la vettura accelera, da 0 a 100 orari, in circa 9 secondi.

    Vedendola in foto, è facile ravvedere anche nella Eco Voyager elementi che sono di casa nella Casa costruttrice, grazie a delle linee fluenti che delimitano i margini della vettura ricreando un’auto di grandi dimensioni e contraddistinta da un grande abitacolo spazioso e versatile.

    Del resto le dimensioni ci sono tutte per confermare la stazza della vettura, si pensi ai quasi 5 metri di lunghezza e ai quasi 2 di larghezza, mentre in altezza superiamo di poco il metro e mezzo. Unico neo, la scarsa attenzione della Casa nei confronti del bagagliaio, sicuramente inadeguato.

    L’abitacolo, invece, risplende di luce proveniente dall’esterno, grazie alle grandi superfici vetrate che danno l’impressione di una maggiore vastità degli interni, più di quella che esiste nella realtà, dove a giocare al meglio sono i contrasti di luce nascenti dalle tonalità applicate a bordo con grande intelligenza dai progettisti.

    Che sia confortevole lo si evince da subito, ma non è finita qua, i quattro posti a disposizione sono un tripudio di forme che indicano anche il grande confort che è possibile vivere a bordo, grazie alla comodità dei sedili in pelle e alla migliore disposizione della strumentazione, tipica anche per il look avveniristico che si respira a bordo.

    356

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Auto EcologicheChryslerConcept CarSalone di Detroit 2016

    Motor Show Bologna 2016

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI