Calcolo superbollo auto 2017

Tutte le auto che superano la potenza di 185 kW devono pagare il superbollo. Una tassa aggiuntiva che può diventare molto salata ed è odiata da tutti gli amanti delle auto sportive.

da , il

    Calcolo superbollo auto 2017

    Il calcolo superbollo auto 2017 è una tematica molto cara a tutti gli amanti delle auto sportive, più o meno potenti. Oramai da anni a questa parte – precisamente dal 2011 – è stato introdotto il cosiddetto superbollo auto, una addizionale erariale che bisogna pagare nel caso la propria auto superi la potenza di 185 kW, l’equivalente di 251 CV. Talvolta viene chiamato “superbollo auto di lusso”, ma dato che si applica anche ad auto vecchie e di poco valore, non è del tutto corretto.

    Ovviamente il calcolo superbollo auto in base ai kW è discretamente semplice: capire quali auto pagano il superbollo sulla base della semplice potenza erogata dal motore è inequivocabile. Allo stesso modo calcolo del superbollo vero e proprio avviene per una semplice moltiplicazione matematica. Il dovuto allo Stato sarà poi da versare attraverso il modello F24 elementi identificativi.

    Tutto sembra abbastanza facile dunque, ma intanto questa supertassa ha cominciato a far letteralmente “scappare” dall’Italia auto di lusso, che vengono immatricolate con targa estera per eludere la tassazione di bollo e superbollo, spolpando il parco macchine di una nazione che ha sempre fatto dell’automobilismo uno dei più grandi pregi.

    Calcolo superbollo auto: kW per tariffa unitaria

    Calcolo superbollo auto

    Dopo aver visto cosa sia il superbollo, andiamo a capire meglio come calcolarlo. Per prima cosa bisogna verificare la potenza in kW della propria auto, dopo di che bisogna calcolare il surplus di potenza rispetto alla soglia di 185 kW.

    A questo punto entra in gioco l’età della vettura per sapere quanto sia il costo unitario (ossia gli euro da pagare per ogni kW sopra i 185 kW di soglia). Per il superbollo 2017 il calcolo prevede le seguenti tariffe, riassunte nella tabella.

    Calcolo superbollo auto

    Come potete notare, se l’auto ha meno di 5 anni bisogna pagare 20 euro per ogni kW oltre i 185 kW. Ma il costo unitario cala se l’auto è più vecchia. Da precisare che il superbollo auto, dopo i 20 anni di età del veicolo, non si deve più pagare. Tuttavia resta, ovviamente, da pagare il normale bollo auto.

    Superbollo auto: calcolo in un esempio

    Supponiamo di possedere un’Audi S3 Sportback 2.0 TFSI quattro S tronic del 2017, dotata di 310 cavalli, equivalenti a 228 kW. Per prima cosa facciamo 228 – 185 = 43 kW di eccesso. L’auto ha meno di 5 anni, quindi la tariffa unitaria è di 20 €/kW. Il calcolo superbollo sui kW ci restituisce la seguente cifra: 43 x 20 = 860 euro.

    Calcolo bollo e superbollo auto

    A questo punto, una volta calcolato l’importo di superbollo da versare, facciamo attenzione ad una cosa. Il superbollo è una tassa che si aggiunge al normale bollo auto, non una tassa in sostituzione. Questo significa che dobbiamo fare un calcolo di bollo e superbollo insieme per sapere quanto dovremo pagare ogni anno di tasse.

    Ricordiamo che il costo del bollo si applica su tutti i kW della nostra auto, seguendo tariffe unitarie della seguente tabella.

    Calcolo superbollo auto

    Tornando al nostro esempio dell’Audi S3 Sportback, con i suoi 228 kW paga 753,36 euro di bollo normale (100 x 2,58 + 128 x 3,87 euro). Il calcolo bollo superbollo restituisce una cifra annua complessiva da pagare pari a 1.613,36 euro.

    Il superbollo è uno degli indicatori più evidenti che possono far scattare “controlli” da parte dell’Agenzia delle Entrate, considerando la sua applicazione su auto che richiedono un certo portafogli per essere mantenute.

    Calcolo superbollo online: utile il sito dell’Agenzia delle Entrate

    Calcolo superbollo auto

    Se volete risparmiarvi di fare questi calcoli che vi abbiamo riportato, potete sfruttare il sito dell’Agenzia delle Entrate per il calcolo superbollo. Basta collegarsi al sito, selezionare la scheda servizi e poi “calcolo del superbollo”. A questo punto ci troviamo di fronte una videata dove dobbiamo inserire targa del veicolo, regione di residenza, anno di riferimento del superbollo (ossia per quale anno dobbiamo pagare la tassa), mese ed anno di scadenza del bollo, mesi di validità del bollo e riduzione per età del veicolo.

    Il calcolo superbollo dell’Agenzia delle Entrate è preciso ed automatico e sul sito vengono spiegate tutte le indicazioni per compilare correttamente i diversi campi richiesti.

    In alternativa ci sono anche altri siti online che offrano questo servizio, alcuni che vi permettono anche il calcolo superbollo coi CV del veicolo al posto dei kW. Ovviamente il risultato è del tutto equivalente, dato che c’è una corrispondenza diretta tra il numero di CV e quello di kW. Il sito ACI nel calcolo superbollo non è d’aiuto, ma può esserlo per valutare online l’importo del bollo normale della propria vettura, sempre nell’ottica del calcolo del bollo auto e superbollo insieme.

    Come e quando pagare il superbollo auto 2017?

    Prima domanda: quando si paga il superbollo auto? Bisogna versare l’importo dovuto per il superbollo entro le medesime scadenze del bollo normale.

    Per il pagamento del superbollo auto è richiesta la compilazione del modello F24 elementi identificativi (ELIDE). Per la sua compilazione, sono necessari solo i seguenti dati:

    - Dati anagrafici;

    - Codice fiscale;

    - Domicilio fiscale;

    - Codice ufficio (se richiesto, è il codice dell’ufficio che ha emesso l’atto ed è il destinatario del versamento);

    - Codice atto (a cui si riferisce il pagamento);

    - Codici tributo.

    Per i codici di riferimento del superbollo potete fare riferimento alla seguente tabella.

    Calcolo superbollo auto

    Il pagamento può, poi, essere effettuato presso qualsiasi agente di riscossione: Poste Italiane, Equitalia, Banca convenzionata, ecc.

    Per le modalità di pagamento c’è solo l’imbarazzo della scelta: contanti, bancomat, addebito su conto corrente (presso gli sportelli bancari e postali), assegno bancario o postale o circolare o vaglia postale.

    Per i titolari di partita IVA il versamento del superbollo deve essere effettuato esclusivamente in modalità telematica (art. 37, comma 49 del D.L. 04/07/2006, n. 223), salvo casi d’esenzione eventuali. Anche ai non titolari di partita IVA è offerta la possibilità di pagare online, ma solo come alternativa.

    Per maggiori informazioni o per avere un aiuto ad personam ci si può comunque rivolgere senza problemi ad uno sportello ACI per avere le idee più chiare.