NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Salone di Ginevra 2017

Tutte le migliori novità auto presentate al Salone di Ginevra 2017. Su AllaGuida tutte le auto esposte alla kermesse, insieme a consigli, date, mappa, indirizzo, come arrivare e prezzo dei biglietti.

Crisi dell’auto: le prime buone notizie!

Crisi dell’auto: le prime buone notizie!
da in Incentivi Auto, Mondo auto, Salone di Ginevra 2017
Ultimo aggiornamento:

    Eugenio Razzelli Presidente ANFIA

    Fra l’altalenarsi delle notizie riguardo alla gravità della crisi dell’auto, una buona notizia ci giunge dall’ ANFIA, l’ Associazione Nazionale fra le Industrie Automobilistiche.

    Secondo il suo Presidente Eugenio Razzelli, infatti, presentando a Milano il 79 esimo Salone dell’Auto di Ginevra che, come si sa, aprirà i battenti il prossimo 5 marzo per chiuderli il 15, potrebbero verificarsi quest’anno le condizioni tutte affinché il mercato dell’auto si assesti nell’auspicata quota che vede oltre due milioni di unità di auto immatricolate.

    A dare impulso alle vendite provvederanno gli incentivi statali in assenza dei quali si sarebbe rischiato di stare ben al di sotto della quota di immatricolazioni citate visto che, oltretutto, il 2008 si era chiuso con il 13,3% in meno rispetto al 2007 .

    Basti pensare che il mese di gennaio, complice anche l’attesa degli incentivi, si era chiuso a -32,6% su base annua e qualcosa del genere potrebbe essersi registrato relativamente al mese di febbraio appena trascorso.


    “ Grazie ai recenti provvedimenti in favore del settore automobilistico, ha spiegato Eugenio Razzelli, si registra una ripresa dell’affluenza dei visitatori dai concessionari con una sensibile crescita del numero dei preventivi richiesti “.

    Tuttavia il problema degli aiuti al settore dell’auto deve essere affrontato a livello europeo, infatti il Presidente dell’Anfia rifacendosi al problema sollevato dal Ministro per lo Sviluppo Economico, Claudio Scajola, gli aiuti concessi in Italia sono ben diversi da quelli che Francia, Germania, e Spagna hanno destinato al settore, visto che in quel caso agevolazioni sono state fatte direttamente dalle aziende; ne consegue che gli aiuti, al fine di non creare discrepanze fra gli Stati membri, debbono essere concentrati più o meno nello stesso periodo ed allo stesso modo.

    326

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Incentivi AutoMondo autoSalone di Ginevra 2017
    PIÙ POPOLARI