De Tomaso: Suv di lusso Deauville a rischio per mancanza di fondi

La De Tomaso rischia la chiusura

da , il

    de tomaso chiusura

    La De Tomaso rischia seriamente di chiudere. La trattativa con il socio indiano, che era stata annunciata dalla famiglia Rossignolo, che detiene il controllo della casa automobilistica, non è andata in porto ed è così fermo l’ingresso di nuovi soci nel capitale dell’azienda in difficoltà. Ad annunciare il fallimento delle trattative tra le parti sono stati i sindacati metalmeccanici dopo aver incontrato i vertici della De Tomaso.

    Il problema è rappresentato dall’obbligo, per la famiglia Rossignolo, di cedere il controllo dell’azienda al nuovo azionista che avrebbe versato i capitali necessari a far partire la produzione del Suv di lusso Deauville nello stabilimento ex-Pininfarina di Grugliasco, per un progetto che coinvolge 900 dipendenti.

    Secondo Rossignolo con il passaggio del controllo in maniere straniere, la produzione della vettura in Piemonte non sarebbe stata sicura e avrebbe messo a rischio la sopravvivenza della fabbrica. Nonostante la frenata la famiglia Rossignolo ha dichiarato di voler continuare con la volontà di mandare avanti il progetto.