DR Motor Company, assistenza post-vendita

La rete di assistenza della DR Motor Company è sotto accusa, ma la casa cerca di mettere le cose in chiaro

da , il

    dr motor company assistenza

    Dopo un debutto sensazionale, il web ha contaminato l’immagine della DR Motor Company, marchio di proprietà di Massimo Di Risio. Sarà per colpa della “parentela” cinese, o delle vicende rocambolesche del signor Donadio, sfortunato possessore dell’auto più difettosa del mondo, una DR5. Insomma, gli italiani sono quanto mai scettici e le vendite ne risentono. Dopotutto i segmenti in cui la casa automobilistica cerca di distinguersi sono i più competitivi del mercato, quello delle city car e quello dei Suv compatti.

    Dopo tutto il fermento dei mesi scorsi, legato soprattutto al lancio della piccola DR1, la DR Motor Company ha deciso di mettere le cose in chiaro, innanzitutto soddisfacendo i dubbi sulla rete di assistenza.

    Le sorti dei rapporti post-market tra la casa e il cliente sono state affidate a Enrico Romano, un tempo Presidente ed Amministratore della Jaguar Italia e Direttore Ricambi Ferrari. Insomma, nessuno metterà in dubbio la sua competenza.

    “La nostra azienda continua dunque a crescere, ad investire ed a strutturarsi – spiega il portavoce della DR a Repubblica – Siamo cresciuti con la gamma prodotto con il lancio della city-car DR1, si è investito su un secondo sito industriale che aumenterà la capacita produttiva dell’azienda fino a 100 auto al giorno e la strutturazione organizzativa è sempre più evidente. Quest’ultima passa anche attraverso un processo d’informatizzazione di tutti i settori”.

    Detto ciò, i nostri della DR Motor Company promettono agli automobilisti una rete di assistenza fitta ed efficiente, attualmente composta da 93 officine convenzionate, 77 multibrand e 16 monomarca. E chi è in difficoltà può contare sull’intervento dell’Aci 24h su 24h e di un numero verde dedicato.