Eco-Doc: la carta d’identità dell’auto

Eco-Doc: la carta d’identità dell’auto

Eco-Doc: la carta d'identità dell'auto

da in Blocco traffico, Mondo auto
Ultimo aggiornamento:

    Una carta d'identità dell'auto ai fini dell'inquinamento

    Anche le auto avranno la loro carta d’identità che li qualificherà riguardo alla loro potenziale aggressività nei confronti dell’ambiente e che certificherà il loro grado di impatto ambientale.

    Si chiama infatti EcoDoc ed è un utile documento che, senza più impazzire cercando di interpretare i dati descritti sulla carta di circolazione, ci indicherà chiaramente le caratteristiche relative all’impatto ambientale e non solo delle auto, anche dei motocicli e mezzi pesanti, dandoci anche la possibilità di sapere per tempo le misure antinquinamento previste dai diversi centri urbani al fine di evitare di trasgredire tali norme col nostro veicolo. Ideatrice dell’iniziativa, la rete agenziale Sermetra, specializzata nell’assolvimento di pratiche auto in Italia.

    Nel documento rilasciato saranno presenti le informazioni riguardo la normativa Euro, l’eventuale presenza o assenza del filtro antiparticolato ed eventuali note anche per i veicoli alimentati a gas.

    In precedenza la stessa società aveva lanciato “Arancione”, documento che indicava solo il codice euro ambientale della vettura, rilasciato in ventimila certificati dal 2006. “Dato che la richiesta dell’Arancione nelle nostre Agenzie – ha commentato Luca Andreoli, Presidente di Sermetra – è andata sempre crescendo e dato che oggi il codice euro non è più l’unico parametro di riferimento per la valutazione della classe ambientale dei veicoli, abbiamo pensato che fosse giunto il momento di offrire un servizio più completo, ed oggi, grazie a una specifica convenzione con il CED del Ministero dei Trasporti, la nostra società consortile è in grado di rispondere a tutte le esigenze informative sollevate dalle normative in vigore. L’EcoDoc vuole essere un concreto servizio per il cittadino, che oggi rischia di sentirsi vittima di una mancata informazione e dell’incertezza di poter o meno circolare in coincidenza di alcuni provvedimenti restrittivi del traffico”.

    331

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Blocco trafficoMondo auto

    Salone di Ginevra 2017

     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI