Ecomobilità: Obama vuol ripartire con la batteria elettrica

Ecomobilità: Obama vuol ripartire con la batteria elettrica

Miliardi di dollari stanziati dal governo Obama per incentivare la produzione di 1 milione di autoveicoli elettrici e ibridi

da in Accessori auto, Auto Ecologiche, Auto Elettriche, Auto Ibride, Mondo auto
Ultimo aggiornamento:

    Miliardi di verdoni per produrre, entro il 2015, un milione di autoveicoli elettrici e ibridi. E così tutelare l’ambiente, creare posti di lavoro, migliorare la qualità della vita, risanare l’industria automobilistica americana e ridurre il giogo dall’oro nero. Questa, in sintesi, la nuova strategia elaborata dagli uomini di Barack Obama.

    Il presidente degli Stati Uniti, nel corso della sua visita allo Stato dell’Indiana (a Elkhart, cittadina con un tasso di disoccupazione al 17%), ha rimembrato il ruolo di guida che le industrie statunitensi hanno ricoperto per molti anni nelle economie mondiali, ma ha pure evidenziato come oggi, invece, sia difficilissimo primeggiare nei mercati, resi più ostici dalla crisi e dall’aumentata concorrenza, dato che le invenzioni giungono ormai da ogni parte del mondo. Quindi si è soffermato sull’importanza di innovare prima degli altri paesi, di anticiparli soprattutto nel settore delle energie rinnovabili.

    Specificatamente al settore automotive è stato categorico: i veicoli ibridi dobbiamo produrli e non importarli, medesimo discorso per lo sviluppo delle tecnologie che li fanno viaggiare. Puntare all’innovazione per rilanciare l’economia, convertire le idee in invenzioni e le invenzioni in industrie.
    A tale scopo ha disposto lo stanziamento di 2,4 miliardi di dollari (un cifra aumentata del 0,05% rispetto a quanto annunciato nel mese di febbraio: 2 miliardi di dollari), in pratica userà il 0,3% del fondo istituito per rilanciare l’economia made in USA. Infatti il Recovery Act è un salvadanaio contenente ben 800 miliardi di dollari.

    In esecuzione del programma d’investimento, prestabilito dal Governo di Obama, l’erogazione dei finanziamenti sarà concessa per la produzione delle batterie con tecnologia avanzata, per la fabbricazione degli azionamenti elettronici dei motori e per sovvenzionare l’acquisto di veicoli elettrici.
    I principali fruitori di questa distribuzione di denaro saranno sia i produttori di celle agli ioni di litio come Enerl e Compact Power, sia i produttori di elettrodi e batterie (nichel-cobalto-metallo) come Johnson Controls e A123 e poi, ovviamente, le grandi case automobilistiche come Ford, Chrysler e General Motors.

    Infine, per incentivare l’acquisto delle automobili di futura generazione, ha previsto anche sgravi fiscali per 7.500 dollari.

    394

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Accessori autoAuto EcologicheAuto ElettricheAuto IbrideMondo auto
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI