Ferrari 599 GTB, l’evoluzione della specie

Ferrari 599 GTB, l’evoluzione della specie
da in Auto nuove, Auto sportive, Ferrari, Salone di Ginevra 2017
Ultimo aggiornamento:

    Conto alla rovescia ormai per il prossimo Salone dell’auto di Ginevra, (2-12 marzo ), occhi puntati anche sulla Ferrari e in particolare sulla 599 GTB.

    Annunciata a gran voce allo scorso Salone dell’auto di Detroit, la 599 GTB, eredità il bagaglio di esperienze e di risultati della Maranello vestendo gli abiti più semplici e sbarazzini di una due posti sportiva dal design accattivante. Pur mantenendo nella sua natura più insita il comportamento da supercar, tipico delle auto di Maranello.

    Dodici i cilindri, una potenza assicurata dai 620 scalpitanti cavalli del motore di ben 6.000 cc. di cilindrata per una vettura dai pesi limitati, se si considera che nella costituzione della struttura dell’auto entra principalmente l’alluminio.

    Ma davanti ad una Ferrari, prestazioni a parte, colpisce sempre il design che, come spesso accaduto nel passato, anche nella 599GTB è stato affidato al bravissimo Pininfarina.

    E, come spesso capita per auto di tale prestigio, l’evoluzione storica di certe tecnologie, sempre al passo coi tempi, manda in pensione le pur ancora attuali versioni che l’han preceduta.

    E’ il caso della 575 Maranello, che ha dato soddisfazione alla Casa del Cavallino, con la produzione di oltre 5.500 vetture dalla nascita di quel modello, che risale all’ ormai lontano ’1996 fino all’anno appena terminato.

    Un percorso cui nessuna vettura si sottrae, l’evoluzione, caratterizzata dal rinnovamento di forme e contenuti per fare di un’auto, l’erede storico del celebre modello che la precedette, sia pure di soli pochi anni.

    272

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Auto nuoveAuto sportiveFerrariSalone di Ginevra 2017
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI