Fiat 500 usata: come trovarla in rete e non

Un oggetto di cult, questa è divenuta la vecchia Fiat 500 cui neanche la nuova versione è riuscita a modificare l'immagine oggi un po' ingiallita dell'utilitaria che è stata capace di cambiare nel dopoguerra i costumi degli italiani

da , il

    Fiat 500 usata: come trovarla in rete e non

    Fate parte della schiera di nostalgici amanti di quelle irripetibili emozioni che solo una 2 cilindri traballante e rumorosa è ancora in grado di elargire come solo la Fiat 500 vecchio stampo è capace di fare?

    Se appartenete alla schiera di questo mini esercito di appassionati della più celebre automobile prodotta nel nostro Paese non potrete fare a meno di ricercare in un particolare mercato dell?usato la prima vera auto degli italiani, la Fiat 500 .

    La meccanica

    Parliamo di una utilitaria vera che oggi si preferirebbe chiamare city car, nata nel lontano 1957 e prodotta fino al 1975. Interessanti le dimensioni, anche in un periodo storico in cui il problema dei parcheggi era poco sentito nelle città, si pensi ai 2 metri e 97 centimetri di lunghezza, al metro e 322 centimetri di larghezza, ai 1.325 mm. di altezza e agli appena 425 chilogrammi di peso.

    Insomma, un vero e piccolo gioiellino in anni in cui, parliamo degli anni sessanta in special modo, la Fiat per le sue ammiraglie strizza l?occhio alle auto d?oltreoceano e sforna vetture del calibro della 1.800 e della 2.300 che in qualche modo ci riconducono per forma e dimensioni alle auto americane.

    Il motore della piccola Fiat 500, rigorosamente posteriore, del resto la soluzione del tutto dietro fa parte della strada prescelta da Fiat per le piccole cilindrate, Fiat 850 e Fiat 600 in testa, ( bisognerà aspettare gli anni settanta per trovare il tutto avanti con la Fiat 127) è un 4 tempi a 2 cilindri di appena 499,5 cc in grado di erogare appena 22 cavalli di potenza, una volta potenziato, prima aveva ancor meno cavalli. Poca potenza, certo, ma fino ad un certo punto, ricordiamo il peso della vettura e per quei tempi avere un?auto di quelle proporzioni che raggiunge i 100 orari di velocità massima è già un record.

    La vettura si dota inoltre di un cambio a quattro marce più retromarcia, all?inizio neanche sincronizzato, fatto che costringe il pilota ad effettuare la classica ?doppietta? per evitare la ?grattata?! L?auto ha solo due porte, la cappottina in tela, immancabilmente incerottata perché frequentemente violata dai ladri, 4 posti, freni a tamburo sulle quattro ruote e sospensioni anteriori e posteriori a ruote indipendenti.

    Le diverse versioni

    Della Fiat 500 furono realizzate versioni sportive, oltre alle tradizionali, Abarth in primis, e Giannini, così come non mancò all?appello una piccola familiare, oggi si chiamerebbe station wagon cui fu dato il nome di Giardiniera o Giardinetta successivamente passata sotto il controllo di Autobianchi.

    Cosa cercare

    Chi cerca oggi una Fiat 500 lo fa per possedere un?auto da collezione, pensare a qualcuno che è disposto a pagare per un?auto da utilizzarsi tutti i giorni, come potrebbe accadere con una Fiat 500 sarebbe per lo meno un po? singolare. Ne consegue che chi riesce ad accaparrarsi un usato di una vettura del genere sarà meno attento alle condizioni generali dell?auto, partendo dal presupposto che tanto sarà destinata, l?auto, ad essere restaurata. Ciò però non significa neanche esagerare, versioni per così dire ?dopate? della Fiat 500 da parte di proprietari troppo esuberanti sono da evitarsi, il motivo, portarli allo stato di grazia costa tanto e non sempre è possibile farlo.

    La storia della Fiat 500

    Come detto la Fiat 500 nasce a Torino nel 1957 e quando la Casa torinese realizza l?auto a far da padrone nelle strade italiane è la Fiat 600; chi la possiede si sente un re! Non ha potuto scegliere di più, già la Fiat 1.100 per un certo ceto medio-basso è un miraggio, né ha voluto avere di meno, chissà, magari optando per la obsoleta Fiat Topolino. Chi ce l?ha, la Fiat 600, deve solo scegliere o viaggiare a quattro ruote, appunto sulla 600 o optare per la Lambretta e avendo scelto la comoda utilitaria, quando viene fuori quasi in sordina la Fiat 500 è portato a snobbarla al punto di ritenersi fiero di aver speso centomila lire di più, rispetto al costo della Fiat 500, nonostante per far ciò abbia firmato un pacco intero di cambiali.

    Infatti la Fiat 500 costa proprio quelle 100 mila lire che fanno la differenza in termini economici fra le due utilitarie italiane e che diventa una linea di confine fra un?auto, la Fiat 600, che sa più di macchina rispetto a ciò che dimostra di essere la Fiat 500, oltretutto contrassegnata da un design ritenuto dai più, un po? curioso.

    Ma la Fiat non demorde, offre la sua 500 con pazienza e ben consapevole che una radiosa aurora sta per schiudersi anche per l?utilitaria per antonomasia italiana. In questo periodo l?auto viene proposta in versione Economica e Normale in grado di erogare 15 cavalli di potenza. Ma bisognerà aspettate due anni per assistere all?alba del successo dell?utilitaria, fatto che coincide anche con la presentazione del modello Sport ma la vera spinta arriva nel 1960 col primo modello già fatto oggetto di un restyling da parte di Fiat, il modello D e l?avvento della Giardinetta. Cinque anni più tardi è la volta della Fiat 500 F, ormai la piccola di Casa Fiat è padrona indiscussa delle nostre città e si presenta più moderna che mai. Da ricordare che la Fiat 500 F fra l?altro ha l?apertura delle portiere incernierate davanti, come avviene anche oggi sulle auto attuali.

    La Fiat 500 F è la più longeva, dura infatti sette anni, sostituita nel 1968 dalla Fiat 500 L che inizialmente vi si affianca soltanto, la De Luxe o, appunto ?L?,è anche riconoscibile per i paraurti tubolari. Nel 1974 e fino al 1975 viene prodotta l?ultima versione, la ?R? che monterà gli stessi cerchi della meno fortunata Fiat 126 .

    Quando nel 1975 la Fiat pensiona definitivamente la 500 avviene una mezza protesta popolare sopita solo dal fatto che la 500 fa anche parte di un mercato dell?usato fiorente; la Fiat 126 conserva poco della 500 e gli appassionati della celeberrima utilitaria più che altro subiscono il rinnovamento che Torino ha voluto dare a questo segmento automobilistico. Quando l?anno scorso la Casa torinese ha esordito con la nuova Fiat 500 è stato un tripudio e questo è innegabile, ma non è mai stato più come prima!

    I prezzi della Fiat 500

    Non esistendo più un vero listino prezzi le quotazioni si rifanno alle richieste di chi le vende, per lo più privati. Esemplari di 40 anni è vero che si possono trovare anche a 3.000 euro, vero è anche che possono arrivare anche a 4.000 euro o 5.000 per esemplari ante 1968, ma in qualche caso, soprattutto per versioni impeccabili, si può arrivare a spendere anche di più.

    Trovare tali esemplari non è impossibile, E-bay è una buona piazza, riviste specializzate sono spesso una vera risorsa per chi cerca un esemplare spesso da restaurare che non vuol perdere per nessuna ragione. Magari pur di ottenerlo è disposto a raggiungere località dall?altro capo dello stivale; ma si sa, una Fiat 500 originale val bene una scarpinata chilometrica!

    Foto tratte da: Ebay