Fiat, a Mirafiori modelli Chrysler

Fiat, a Mirafiori modelli Chrysler

Lo stabilimento Fiat di Mirafiori potrebbe produrre dei nuovi modelli di crossover e farli firmare dal marchio della Chrysler

da in Chevrolet, Chrysler, Fiat, Mondo auto, Sergio Marchionne
Ultimo aggiornamento:

    Fiat Mirafiori modelli Chrysler

    Nello stabilimento Fiat di Mirafiori si potrebbero produrre modelli della Chrysler. È quanto emergerà da un incontro fra il dirigenti del Lingotto ed i sindacati, che si troveranno gli uni di fronte agli altri nella sede dell’Unione Industriali di Torino. Il faccia a faccia fra il responsabile delle relazioni industriali e le sigle sindacali avrà come tema principale la strategia dell’azienda automobilistica relativa ai modelli che saranno prodotti ed alle maestranze che saranno occupate nello stabilimento. I dipendenti che sarebbero interessati alle nuove strategie occupazionali sarebbero circa 5.500 unità.

    Spunta anche l’indiscrezione che si possano produrre almeno 300.000 crossover di segmento medio, da esportare in tutto il mondo. E non è escluso che il modello in questione possa avere il marchio della stella di Detroit come, del resto, lasciato intuire anche da Marchionne nel recente passato.

    Fiat Mirafiori modelli Chrysler sala motori
    L’altro lato della medaglia, comunque, è che la produzione dovrebbe assorbire tutta la forza lavoro presente in organico, cosa che, com’è ovvio che sia, piace moltissimo ai sindacati. Da questo punto di partenza inizia anche la discussione per il nuovo piano che vuole riformare l’organizzazione del lavoro, con turni di 10 ore per 4 giorni la settimana, in alternativa ai 18 turni settimanali di sette ore e mezzo ciascuno.


    Fiat Mirafiori modelli Chrysler catena
    La volontà, tuttavia, è quella di trovare un punto di convergenza ed evitare frizioni tra la dirigenza torinese ed i rappresentanti dei lavoratori, come accaduto per Pomigliano. In aggiunta a questo, si affronteranno anche dei punti di carattere secondario e che riguarderanno la piattaforme da creare a Torino e di compararle a quelle da realizzarle a Detroit, come la possibile produzione di un nuovo propulsore, che manca all’interno della catena di montaggio del Lingotto.

    388

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN ChevroletChryslerFiatMondo autoSergio Marchionne Ultimo aggiornamento: Domenica 05/07/2015 10:20
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI