Fiat: auto estere dei dipendenti finiscono nel cellophane [FOTO]

I dipendenti che hanno un’auto straniera “spezzano il cuore” a Mamma Fiat

da , il

    Fiat impacchetta le auto straniere dei dipendenti: “Ci spezzi il cuore”

    I dipendenti che hanno un’auto straniera “spezzano il cuore” a Mamma Fiat. No, non si tratta di uno scherzo: ciò che vi stiamo per raccontare è tutto vero. Dobbiamo sottolineare che già di base, il gruppo Fiat vede di cattivo occhio chi lavora per loro ma guida una vettura estera. Infatti, pensate che non si può entrare nei parcheggi dell’azienda se si guida un’auto che non è del gruppo. Oltre a questo, si sono spinti oltre. L’operazione è stata battezzata “parking marketing” e consiste nell’impacchettare nel cellophane le vetture della concorrenza appartenenti ai propri dipendenti. Ma non finisce qui. Viene anche appiccicato un grosso cuore spezzato con una scritta: “vederti con un’altra ci ha spezzato il cuore… Ma nonostante ciò continuiamo a pensare a te”.

    Di cosa si tratta? Per tutti i dipendenti “esterofili” in questione viene offerto un super sconto del 26% sull’acquisto di una nuova auto del gruppo Fiat, ossia di tutti i marchi dell’orbita. Questa strana operazione si è svolta a Mirafiori, ma a breve verrà anche portata in altri stabilimenti dell’azienda italiana.

    Si tratta certamente di un’iniziativa che ha fatto molto discutere, tuttavia c’è chi vede il lato positivo: lo sforzo dell’azienda di riconquistare la fedeltà dei propri dipententi regalando solo un bello sconto. Anche se in questo caso non è il regalo ad essere stato impacchettato, ma la vettura della concorrenza…