Motor Show Bologna 2016

Fiat – Opel: acquisizione quasi certa

Fiat – Opel: acquisizione quasi certa

Interessanti a questo punto le ammissioni dell’Amministratore Delegato Sergio Marchionne che ammette che Fiat, ” con i suoi 2,2 milioni di autoveicoli prodotti all’anno è troppo piccola per sopravvivere

da in Fiat, Mercato Auto, Mondo auto, Sergio Marchionne
Ultimo aggiornamento:

    Sergio Marchionne

    Fiat, nonostante abbia chiuso il primo trimestre dell’anno con una perdita di 500 mila euro, fatto che non succedeva da anni, non solo gode di buona salute ma, addirittura, secondo il settimanale tedesco Spiegel, potrebbe essere interessata all’acquisto di Opel acquistandola dalla General Motors che, come ormai tutti sappiamo, è sull’orlo della bancarotta.

    Interessanti a questo punto le ammissioni dell’Amministratore Delegato Sergio Marchionne che ammette che Fiat, “ con i suoi 2,2 milioni di autoveicoli prodotti all’anno è troppo piccola per sopravvivere. Di qui la necessità urgente di trovare un partner; Opel produce 1,5 milioni di macchine all’anno “.

    Dunque fervono le trattative fra Fiat e Opel, fatto che alcune fonti darebbero per certo, tutto ciò mentre si delineano gli accordi del marchio torinese con Chrysler, destinata altrimenti anch’essa alla bancarotta, come ammette lo stesso Wall Street Journal, se i creditori della Casa automobilistica non accettano le proposte di rientro dei debiti da parte della Casa automobilistica americana.

    Cresce invece il consenso in America nei confronti di Sergio Marchionne, presentato come un abile giocatore di poker.

    «Preferisce essere cacciatore anzichè preda»: questo è l’atteggiamento che ha sedotto gli uomini dalla task force di Obama. I quali, tuttavia, anche con l’aiuto della Fiat, restano scettici sulla possibilità di salvare la Chrysler.

    274

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN FiatMercato AutoMondo autoSergio Marchionne

    Motor Show Bologna 2016

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI