Fiat, render del nuovo suv 2011

La Fiat decide di produrre un nuovo suv che dovrebbe vedere la luce nel 2011

da , il

    Suv

    Con la presenza di Sergio Marchionne come AD, Fiat vuole entrare all’interno di un mercato che, finora, non aveva mai contemplato: quello dei suv. La sua profonda conoscenza del mercato americano, poi, ha convinto la proprietà del Lingotto a pensare in grande, progettando l’inserimento in un settore che registra un dato positivo, quello dei suv, appunto. Nel 2011 dovrebbe essere previsto il lancio del nuovo veicolo Fiat, che deriverà dal crossover Dodge Journey. Ciò che bisogna, tuttavia, segnalare è il fatto che il gruppo Fiat ha deciso anche di produrre dei nuovi motori, sia a benzina sia a gasolio.

    La decisione deriva dal fatto che il Lingotto è forte nei motori di piccola cubatura, come ben sappiamo, ma non ne ha per i segmenti alti. Ne consegue la decisione di mettere sul piatto della bilancia un’offerta di propulsori che partono da 900 cc per finire ai 3.6 cc. Il primo sarà un bicilindrico TwinAir turbo per la 500. Per l’attuale Fire 1.4 si svilupperà la tecnologia MultiAir di seconda generazione, con iniezione diretta. Poi, accanto al potente 1.8 turbo iniezione diretta da 200-235 cv, nascerà una famiglia di motori 4 cilindri meno potenti, denominati AirTorq, da 1.6-1.8 litri, con potenza di 125-140 cv.

    Dall’accordo con Chrysler, verranno fuori due famiglie di motori nuovi: i WGE 4 cilindri da 2.0-2.4 litri, con potenze di circa 165-190 cv per le vetture medie. Invece, per la gamma alta, arriverà il Chrysler Pentastar: un V6 a benzina da 3.3-3.6 litri e potenza vicina ai 300 cv. Per quanto riguarda i diesel, anche i motori a gasolio avranno la tecnologia MultiAir: a fianco degli attuali 1.3, 1.6, 2.0 litri, è in progetto un V6 di grossa cilindrata, forse da 3 litri, con potenza attorno ai 230 cv, per motorizzare le auto di punta della gamma.