Salone di Parigi 2016

Figlio trucca motorino, padre si mette nei guai!

Figlio trucca motorino, padre si mette nei guai!
da in Confisca-Moto, Mondo auto, Moto 2013
Ultimo aggiornamento:

    Scooter truccati

    Se un tempo le colpe dei genitori ricadevano sui figli, adesso è quanto mai opportuno ricordare che, spesso, le colpe dei figli ricadono sui padri e/o sulle madri e ciò a seguito di una recente Sentenza della Cassazione.

    Nello specifico, i genitori rispondono in prima persona sugli eventuali danni, comprese multe e sanzioni elevate ai propri figli, minorenni, quando questi abbiano apportato modifiche ai propulsori dei propri mezzi col fine di aumentarne prestazioni e velocità.

    Ma la novità di questa Sentenza sta anche nel fatto che non libera il genitore da eventuali responsabilità, anche quando questi, a causa di una separazione col coniuge, non viva più col figlio, perché affidato ad altro partner e su questo si fonda tutto l’intero principio della Sentenza e ciò anche quando, il padre o la madre, dimostrassero di non essere a conoscenza del fatto che i figli apportino modifiche ai loro mezzi di locomozione in quanto, recita testualmente la Suprema Corte, si tratta di “modifica stabile della meccanica del veicolo, che chi esercita la potestà avrebbe potuto e dovuto verificare, tenuto anche conto che si tratta di una operazione non inusuale e la cui facile realizzabilità è notoria”.

    Dunque, per la Cassazione, la modifica dei motorini “non è inquadrabile in una condotta episodica che può sfuggire al controllo di un genitore” né il genitore esercente la potestà “può eludere i propri obblighi di vigilanza adducendo la non coabitazione con il minore”, specie quando entrambi abitano “nella medesima città “.

    Occhio, dunque, genitori alle “prodezze” dei vostri figli, quando sono ancora minorenni.

    294

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Confisca-MotoMondo autoMoto 2013 Ultimo aggiornamento: Domenica 05/07/2015 10:19

    Salone di Parigi 2016

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI