Fisker Karma: a Detroit si inaugura la stagione dell’ ibrida-elettrica

Fisker Karma: a Detroit si inaugura la stagione dell’ ibrida-elettrica
da in Auto Elettriche, Berline, Concept Car, Salone di Detroit 2017, Fisker
Ultimo aggiornamento:

    La Fisker Karma a Detroit

    Detroit 2008, mai come quest’anno la rassegna automobilistica più importante al mondo, è stata tutta orientata verso l’ecologia e l’impatto che l’auto determina sull’ambiente, ne abbiamo parlato, così come abbiamo sottolineato lo sforzo fatto dai colossi delle quattro ruote in questa direzione.

    Così come densa di significato ci pare la proposta di Henrik Fisker, già noto per avere operato per grandi marchi automobilistici del calibro di Bmw, solo per citarne uno, che ha presentato la proposta “americana”, una vettura appartenente al segmento delle berline di lusso e mossa da un motore ibrido ma particolare, poiché la Fisker Karma, questo il suo nome, è per lo più elettrica, tant’è che le prestazioni dell’auto discendono proprio da questa propulsione, il motore a benzina montato è di piccole dimensioni e serve soltanto a sopperire, per brevi tempi, ai limiti dell’autonomia che si riscontrano nelle auto elettriche.

    La vettura può essere caricata direttamente alla presa di corrente di casa e, con un pieno di elettricità ha un’autonomia di 100 chilometri, inoltre, la vettura si dota di pannelli solari montati sul tetto che agiscono alimentando il climatizzatore, fatto questo importante perché non distoglie corrente all’auto, non incidendo sulla sua autonomia.

    La cosa stupefacente è che tale auto tanto avveniristica, entrerà immediatamente in vendita negli Stati Uniti e costerà 80.000 dollari circa e non solo, stupefacente sembrano da subito le prestazioni della vettura, degne di una buona sportiva, si pensi alle doti di accelerazioni, da 0 a 100 orari in meno di 6 secondi ed una velocità massima di 200 orari.

    E su questo terreno dell’auto elettrica pura, si stanno orientando i più grossi colossi dell’auto, pensiamo a Toyota che fra due anni porrà in commercio la sua ibrido-elettrica, ma pensiamo anche a General Motors con Volt e anche i cinesi non vogliono essere da meno, si pensi alla Byd, colosso nella fabbricazione di batterie per telefoni cellulari, che si vuole cimentare, presto, in questo particolare segmento automobilistico.

    Un futuro elettrico, dunque, ci aspetta anche nelle quattro ruote, ma i limiti da superare non mancano, il surriscaldamento delle batterie, per dirne una, roba non da poco, nell’ipotesi dovessero manifestarsi gli stessi inconvenienti verificatisi nelle batterie dei cellulari, incendio compreso e questo limite dovrà essere superato, prima di gridare al miracolo.

    429

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Auto ElettricheBerlineConcept CarSalone di Detroit 2017Fisker
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI