General Motors: trattative in corso con le indiane

da , il

    Logo General Motors

    I colossi dell?auto americana, General Motors e Ford in testa sono ai minimi storici, l?aumento del petrolio ha di fatto inferto un durissimo colpo all?economia di marchi storicamente in vetta nelle classifiche dei costruttori di auto nel mondo, con un marchio prestigioso come General Motors che si dibatte in una crisi costellata da perdite per milioni di dollari, chiusura di almeno tre stabilimenti e migliaia di posti di lavoro eliminati e da eliminare nel volgere di qualche anno.

    Ovvio che in siffatte condizioni si tenti il tutto per tutto per non rischiare il tracollo finale e così, come già fatto da Ford alienando due storici marchi delle quattro ruote, Jaguar e Land Rover all?indiana Tata non si escludono altri accordi che potrebbero stavolta riguardare oltre General Motors anche l?altro gruppo storico anch?esso in cattive acque; Chrysler.

    Si parla infatti di incontri più o meno segreti fra i due gruppi automobilistici americani e quelli di Tata e Mahindra, fine dei contatti sin qui avuti, la commercializzazione della Jeep Wrangler e modelli similari affidata agli indiani per la commercializzazione nei mercati asiatici e sarebbe proprio Tata la privilegiata in quest?operazione.

    Un?occhiata per la verità Chrysler la sta dando anche all?Italia, il Bel Paese è infatti stato scelto per discutere con Fiat, che già ha stretto accordi finanziari con Tata, la possibilità che venga dato al marchio americano la facoltà di assemblare la Alfa Romeo Mito e la nuova Fiat 500 in terra Yankee, qualora se ne presentasse l?opportunità.

    Ed infine, occhio a Hummer anch?esso interessato da una crisi che parrebbe senza fine al punto che dopo essersi in parte intiepidita la trattativa con l?altra indiana Mahindra, Casa specializzata nella fabbricazione di fuoristrada, potrebbe anche palesarsi la possibilità che l?antica fabbrica inizialmente soltanto di veicoli americani, venga ceduta a costruttori russi o cinesi.