Gite scolastiche: questi i consigli dei Carabinieri

I Carabinieri del Comando Provinciale di Palermo tracciano le linee guida che si dovranno seguire affinchè le gite scolastiche siano all'insegna della sicurezza stradale sempre

da , il

    Colonello Teo Luzi

    Sono troppi gli incidenti stradali in cui rimangono coinvolti i pullman nei loro tour organizzati dalle scuole per le tradizionali gite scolastiche; adesso la provincia di Palermo ha attuato la tolleranza zero verso quelle inerzie da parte degli organizzatori di questi viaggi che spesso sfociano in vere e proprie tragedie della strada e, dunque, analoga azzeramento della tolleranza dovrà essere applicata nei confronti di quei guidatori di tali mezzi pesanti che si mettono alla guida con un tasso alcolico elevato, ancor peggio se aggravato dall?uso di sostanze stupefacenti, così come analoga cura dovrà essere prestata nella prevenzione di tutti questi stati che potrebbero conclamarsi, una volta alla guida del mezzo, in stati di malore improvvisi del conducente con le conseguenze immaginabili.

    Insomma al grido più sicurezza nei pullman delle gite scolastiche, s?è mosso il Comando Provinciale di Palermo diretto dal Colonnello Teo Luzi.

    Dunque si dovranno tracciare le linee per una guida all?insegna della sicurezza stradale, che prevede periodi di guida che non dovranno mai superare le nove ore giornaliere, con tappe che non dovranno superare le quattro ore. In caso di guida protratta per dieci ore massimo, queste non potranno mai essere eseguite per più di due volte alla settimana, col risultato che non sarà più possibile superare le 90 ore settimanali, in modo che, se si lavora ad esempio per 55 ore, nella successiva non si potranno superare le 35 ore di guida.

    Controlli sono stati effettuati dai Carabinieri al porto di Palermo a bordo dei pullman che attendevano lo sbarco di quelle scolaresche in gita e analoga attenzione è stata prestata anche lungo i percorsi maggiormente battuti dai pullman di giovani in gita scolastica. Anche i mezzi di trasporto sono stati attenzionati dai militari dell?Arma.

    Sono 70 i pullman ispezionati; le pattuglie dei Carabinieri hanno effettuato sia controlli di routine al codice della strada sia più specifici quali il cronotachigrafo digitale, il rispetto dei tempi di guida e di riposo dei conducenti, la revisione del veicolo nonché il battistrada dei pneumatici. Diverse sono state le contravvenzioni al codice della strada elevate agli autisti dei veicoli, quali:

    - nr. 3 ai sensi art. 174 comma 5, irregolarità nei documenti di autobus;

    - nr. 2 ai sensi art. 179, mancato suo del cronotachigrafo e il limitatore di velocità;

    - nr. 2 ai sensi art. 174 comma 4, periodi di guida prescritti o di pausa;

    - nr. 2 ai sensi art. 80, mancata revisione del mezzo;

    - nr. 2 ai sensi art. 79, efficienza dei veicoli a motore e rimorchi;

    - nr. 2 ai sensi art. 169, trasporto di persone in sovrannumero;

    - nr. 21 sono i punti ritirate da patenti di giuda.

    I consigli dei Carabinieri per stare tranquilli quando si mandano in gita scolastica i propri figli

    - affidarsi a ditte conosciute e regolarmente autorizzate;

    - diffidare da offerte o tariffe troppo basse;

    - dubitare dell?efficienza di veicoli che si presentano in pessime condizioni;

    - verificare i documenti del mezzo e le dotazioni di bordo;

    - esigere il rispetto dei limiti di velocità e degli orari di riposo dei conducenti;

    - rifiutarsi di intraprendere il viaggio nel caso in cui si abbia sentore che l?autista abbia bevuto.

    I servizi di controllo dei Carabinieri si sono protratti inoltre per tutto il lungo ponte del 1 maggio all?insegna della sicurezza in previsione dell?arrivo di scolaresche e gitanti in genere.

    Fonte articolo e foto: Mediterraneonline