Salone di Parigi 2016

Google car ottiene la patente negli Usa, potrà circolare in Nevada

Google car ottiene la patente negli Usa, potrà circolare in Nevada
da in Curiosità Auto, Patente, Toyota Prius
Ultimo aggiornamento:

    Google Car Toyota Prius

    Arriva una neo-patentata speciale sulle strade statunitensi. Per la prima volta si invertono i ruoli, e anziché essere il guidatore e ottenere la patente, tocca all’automobile sostenere l’esame.
    E’ toccato alla Google car, una Toyota Prius con guida totalmente automatizzata. Luogo dell’esame, lo Stato del Nevada (Stati Uniti), dove il computer che si occupa della guida della Google car ha superato i test previsti dalla normativa Usa. Un altro pezzo di futuro dell’auto, dopo la Volkswagen Hover Car. Un futuro non necessariamente affascinante per gli amanti della guida.
    Per circolare sulle strade aperte al traffico, non sono state ammesse eccezioni: serve il titolo di guida per certificare un “buon automobilista”. C’è da giurare che sarà meno indisciplinata rispetto agli umani, ma non può non destare perplessità il fatto che si paventi un futuro in cui saremo passeggeri dell’auto, senza possibilità di impegnarci con volante, cambio e freni.

    Un esame tradizionale ma una targa del tutto speciale. Saranno targhe di colore rosso e con il simbolo matematico infinito (un otto posizionato orizzontalmente; ndr) a identificare le auto a comando completamente automatizzato.

    Anche se, direte giustamente, non serve molto per capire se la vettura ha o meno un pilota: basta guardare al posto guida. E’ già prevista l’evoluzione delle targhe per questa tipologia di veicoli. Se e quando saranno acquistabili nelle concessionarie, il colore della targa passerà dal rosso attuale al verde, mantenendo inalterato il simbolo.
    Senz’altro è un interessante esperimento e banco di prova per lo sviluppo di nuove tecnologie la Google car, anche se le priorità e problematiche che investono il mondo dell’auto sembra siano ben altre e più importanti. Quanto all’aspetto nostalgico della guida, siamo davvero certi di voler diventare passeggeri della nostra auto? In fondo, per esser trasportati senza impegno fisico e mentale si può sempre optare per il trasporto pubblico. La targa 001 è conquista di Google, ma dall’equivalente americano della nostrana Motorizzazione civile fanno sapere che già altre aziende impegnate nello sviluppo di veicoli a comando del tutto automatizzato hanno richiesto di poter sostenere l’esame per ottenere la patente di guida, che a questo punto almeno per il rispetto che si deve ai guidatori in carne e ossa, dovrebbe differenziarsi come una semplice certificazione di un dispositivo. Nel frattempo, se nello specchietto retrovisore doveste ritrovarvi un’auto senza pilota, prima di ricorrere all’alcol test guardate la targa.

    455

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Curiosità AutoPatenteToyota Prius Ultimo aggiornamento: Domenica 05/07/2015 10:20

    Salone di Parigi 2016

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI