Honda CRF250R MY14: scheda tecnica [FOTO]

In casa Honda è arrivato il momento di "darsi" al cross

da , il

    La Honda ha ufficialmente svelato i nuovi modelli del segmento cross. La CRF250R Model Year 2014, al pari della CFR450R, è attualmente il fiore all’occhiello del comparto off-road. Per l’occasione, la casa giapponese ha tirato fuori dal cilindro una moto decisamente rinnovata rispetto al passato. La CFR250R 2014 più che essere la naturale evoluzione del MY13, ha tutte le carte in regola per presentarsi al mercato alla stregua di un modello a se stante. Merito indubbiamente delle corpose innovazioni, sia strutturali, sia tecniche. Telaio, motore e sospensioni sono state oggetto di profonde revisioni.

    Il telaio

    La struttura portante del CFR250R MY14 può contare su un telaio particolarmente leggero con semi-doppio trave in alluminio, il cui peso si attesta sui 9,35 kg. Il baricentro dell’intelaiatura è stato ulteriormente ribassato, in modo da garantire maggior manegevolezza e controllo sui terreni più ostili. La geometria della ciclistica prevede il cannotto di sterzo inclinato di 27°.23, con un’avancorsa statica di 116,7 mm, al fine di garantire una resa maggiore in regime di guida probante. Riguardo le sospensioni, all’anteriore spicca l’adozione di una forcella Showa rovesciata da 48 mm (regolabile in 16 posizioni), mentre al posteriore è stato adottato un monoammortizzatore pro-link (tipico del cross by Honda).

    Il motore

    Permane l’utilizzo di un motore monocilindrico 249 cc, raffreddato a liquido con distruzione Unicam a quattro valvole, sebbene sia state incrementate le prestazioni. L’utilizzo di un nuovo pistone con rapporto di compressione più elevato (da 13,2:1 a 13,5:1) garantisce, unitamente alla nuova forma della testata (con scarico e condotti d’aspirazione ridisegnati, una più efficiente combustione. Inalterate le misure di alesaggio/corsa, così come immutata è l’adozione di valvole di aspirazione in titanio e di valvole di scarico in acciaio. Rinnovato, invece, il cambio a 5 marce per assicurare maggiore affidabilità e prestanza sul cambio di regime. Per finire, anche il sistema di iniezione elettronica PGM-FI è stato oggetto di modifiche, essendo stato rimappato modificando l’inclinazione del doppio iniettore.

    La commercializzazione

    Al momento la Honda non ha ufficializzato l’immissione sul mercato di questa moto da cross. Certo è , come da tradizione, che sarà necessario attendere quanto meno la fine dell’estate. Incertezza anche sul prezzo di vendità, sebbene si pensa che sarà in linea con quello dei modelli precedentemente lanciati.